Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Scambio di soggetti

Domanda

Ciao, ogni tanto penso che ti pentirai di avermi indicato questo sito per scriverti.... :-)))) Non so se sia normale, ma con i miei sogni è sempre un po' come se entrassi al cinema a film iniziato e uscissi prima della fine. La cosa mi disorienta un po' anche perché ha dell'incompiuto come se la spiegazione potrebbe essere nella parte che manca :-)))) Comunque provo ugualmente a raccontarti. Tanto per restare nell'immagine del cinema non so cosa accada prima e perché, ma il tutto si svolge per strada: c'è un furgone abbastanza grande.... lungo, sembra un po' come gli autobus quelli che hanno lo snodo in mezzo e sui quali c'è scritto di non accostarsi in curva, che sta percorrendo una strada larga e si trova in prossimità di un incrocio fra diverse strade con strisce pedonali e semafori, non so in che città ci troviamo potrebbe essere Milano come Parigi o Roma, ma è in centro ai lati, ci sono palazzi alti di inizio secolo scorso color giallo paglierino e di fronte un edificio grande imponente...... come potrebbe essere l'Operà di Parigi. Questo furgone cammina abbastanza piano e comincia a voltare a destra dove sta attraversando una signora che tiene un bambino per mano alla sua sinistra quindi dalla parte dalla quale sta arrivando appunto il furgone, il quale pur non andando forte non accenna a fermarsi. A questo punto io che sto guardando la scena quando mi rendo conto della cosa mi ritrovo sul mio scooter e affianco il furgone alla sua destra (fino a quel momento vedevo la scena, ma non ho idea di cosa stessi facendo se ero a piedi o meno ero solo uno spettatore) anche se è pericoloso e cerco di stringergli la strada sperando di fare in modo che si fermi, lui rallenta, ma non si ferma, il bambino con la signora sono sempre più vicini ed io sempre più vicino, quasi davanti, al furgone. A questo punto distolgo un attimo gli occhi dai pedoni e la scena ora è quasi al rallentatore perché piano piano il furgone si ferma, ma nel frattempo mi ha praticamente investita il mio scooter è caduto e finito quasi sotto e anche i pedoni sono stati investiti, ma io però sono riuscita a restare praticamente in piedi e ad afferrare il bambino perché non finisse sotto le ruote, solo che quando ho sollevato il braccio con mio grande stupore ho visto che quello che avevo "in mano e salvato" non era un bambino, ma un cagnolino di piccola taglia bianco maculato di marrone e nero... hai presente il cane della pubblicità delle mele Melinda? ecco simile (non credo c'entri la pubblicità con il mio sogno sono mesi che non la vedo :). Non ho avuto nessuna reazione, non mi sono minimamente preoccupata di per aver rischiato per un cane e non per un bambino o che il mio scooter fosse per terra, l'unica cosa che mi lasciava perplessa era quella che mi chiedevo come avevo fatto a scambiare un cane per un bambino, soprattutto perché, anche se entrambi piccoli magari di dimensioni paragonabili, uno ha 4 zampe e l'altro 2! E cercavo di ricostruire gli avvenimenti per capire dove e/o come era avvenuto il fraintendimento...... poi sono uscita dal cinema :-)))) Ciao Ro

Risposta

Cara Rosy, non sono pentita di averti indirizzato :-) ma ti devo chiedere di essere più breve nello trascrivere i sogni...non posso permettermi di esaminare in questa sede sogni così particolareggiati e descritti con tanta minuzia. Per consulti privati o analisi più approfondite che fanno parte del mio lavoro, puoi contattarmi attraverso la mail che trovi anche qui su Supereva.

Cmq il sogno che mi hai mandato termina con una domanda "Come ho fatto a sbagliarmi?che applicata al sogno suona così:Come ho fatto a scambiare un bisogno di amore tenerezza accudimento per il quale ci si assume una responsabilità che dura tutta una vita ( bambino)con un altro tipo di coccole cure e soprattutto di bisogni istintivi per il quale la responsabilità richiesta è inferiore ( cucciolo di cane)?

Inoltre per salvare qualcosa che ti è sembrato prezioso hai affrontato il rischio di finire sotto il camion ed hai agito in modo attivo.
Cosa nella tua realtà hai dovuto contrastare per salvaguardare qualcosa che per te è prezioso?
Ti riconosci questa tendenza di "salvatrice"?
Ti butti a capofitto nelle situazioni in cui ravvisi ingiustiziao dove senti che c'è una parte più debole?
Dove senti che nel tuo presente è avvenuto un "fraintendimento"?
Queste sono le domande fondamentali che possono aiutarti a trovare dei legami con quanto vivi o hai vissuto....ciao :-)
Marni

Ros*** - 16 anni e 3 mesi fa
Registrati per commentare