Questo sito contribuisce alla audience di

Lugo:patrimonio de la Humanidad

La muralla romana que rodea la parte antigua de la ciudad es una auténtica joya, recientemente considerada por la UNESCO patrimonio de la Humanidad.

La città di Lugo fu fondata da P. Fabio Máximo inviato dell’Imperatore Augusto, nell’anno 15 A.C., ed una volta pacificato anche il nord-est della Spagna diventò capitale della “Gallaecia Septentrional” .
Divenne ben presto, grazie alla sua collocazione geografica, crocevia di grande importanza conosciuta nell’Impero con il nome “Lucus Augusti” (dal latino: bosque sagrato).
Del dominio romano possiamo ancora ammirare la Muralla romana, costruita nel III secolo e divenuta nel 2000 Patrimonio dell’Umanità, il Ponte Vecchio e le Terme ai margini del fiume Miño.
Grazie agli scavi archeologici che di tanto in tanto vengono ancora realizzati, soprattutto nel centro urbano, si è potuti risalire all’antico itinerario della città romana.

L’eredità che Lugo ha ricevuto dalla cultura romana, è rimasta intatta attraverso i secoli. Difatti alcune infrastrutture erano in uso fino al secolo scorso, come nel caso dell’acquedotto, ristrutturato nel secolo XVIII, o delle terme che oggi si trovano all’interno del “Balneario de Lugo”. Ma l’opera più importante del dominio romano sono senz’altro le Mura che circondano per oltre 2 km la città vecchia, a cui hanno accesso 10 porte.

La Muralla fu innalzata dai romani nel 3 secolo d.C. è lunga oltre 2 km la sua altezza varia fra gli 8 e i 12 mt. e la larghezza fra i 4 e i 7 mt.

La passeggiata sulla “Muralla” vi permette di percorrere tutto il perimetro che circonda la città vecchia, dall’alto si gode una bella vista sulla città e nei giorni di sereno si riesce a vedere le montagne di Ancares.

Per accedere alla Muralla esistono 10 porte, delle quali 5 sono romane. La più antica è la Porta Miñá o del Carmen (dalla quale passavano i pellegrini del Camino francese); la Porta Nova che si congiungeva con Brigantium, (la Coruña romana), quella di San Pedro o Toledana che si collegava con Astorga e Leòn; la Porta Falsa e quella di Santiago dinanzi alla Cattedrale. Il resto delle Porte sono state costruite e successivamente ampliate negli ultimi 3 secoli per permettere lo sviluppo della città e la sua espansione verso l’esterno della Muralla.

La sua cattedrale romanica e gotica ospita al suo interno una preziosa cappella dedicata a A Nosa Señora dos Ollos Grandes. Però non c’è solo la Cattedrale da vedere, vi consiglio di visitare il convento de San Francisco, la chiesa di San Froilán o il Palacio Episcopal.
Non perdetevi una passeggiata in Piazza de Santo Domingo o fra le sue viuzze strette, i suoi negozi antichi….che danno un’immagine romantica della città. Vi consiglio di visitare Lugo nel periodo delle “fiestas de San Froilán” per poter conoscere il lato più chiassoso della città.

Ultimi interventi

Vedi tutti