Questo sito contribuisce alla audience di

L'isola di Lanzarote, Canarie

Dominata dai vulcani, che ne hanno stravolto il paesaggio fino a tempi recenti, Lanzarote non lascia mai indifferenti. Una ambiente di straordinaria e insolita bellezza, spiagge per tutti i gusti e interessanti monumenti fanno di quest'isola una delle più seducenti delle Canarie.

La spiaggia di Famara

Indice:

Profilo
Lanzarote è la più orientale delle isole Canarie e quindi la più vicina alla costa africana, da cui dista solo 170km. L’isola ha una popolazione di circa 130.000 abitanti ed appartiene alla provincia di Las Palmas; Arrecife (54.000 abitanti) è la città principale nonché capoluogo.

Elemento preponderante dei suoi paesaggi sono i vulcani, alcuni dei quali sorti in tempi molto recenti (Timanfaya, 1730). Il malpaís, un nudo paesaggio vulcanico arido e accidentato, è caratteristico in certe zone dell’isola. Nel 1999, Lanzarote fu dichiarata Riserva della Biosfera dall’UNESCO. Le spiagge sono sia di sabbia vulcanica nera, sia dorata; in generale quelle del sud e dell’est dell’isola sono più tranquille e adatte alle famiglie, mentre a ovest si trovano quelle preferite dai surfisti per gli incessanti venti che vi soffiano.

Lanzarote è una delle isole più visitate e turisticamente sviluppate dell’arcipelago, potendo offrire, oltre a straordinarie bellezze naturali, un discreto numero di monumenti e musei, la maggior parte dei quali creati dall’artista locale César Manrique. Fortunatamente, è anche quella che meglio ha resistito alla speculazione edilizia, mantenendo intatta la sua tradizionale architettura fatta di candidi edifici suadrati.

Quanto stare e quando andare:

    Una settimana sarebbe l’ideale per girare con calma tutta l’isola, scoprire tutto ciò che ha da offire e assaporarne i vari aspetti. Disponendo di tanto tempo, si può anche considerare un’escursione all’isolotto de La Graciosa, un paradiso di pace senza turismo né strade asfaltate. Ad ogni modo è possibile stare anche meno, magari accoppiando la visita alla vicina isola di Fuerteventura, a solo mezz’ora di traghetto. Disponendo di un’auto, si può anche visitare Fuerteventura in un giorno o, viceversa, se si soggiorna in quest’ultima, fare un’escursione a Lanzarote.

    L’isola gode di un clima mite durante tutto l’anno, con scarse precipitazioni e temperature medie di 17ºC a febbraio e 24ºC ad agosto. Ciò la rende un’ottima destinazione in tutte le stagioni. Tenete presente però che le acque fredde dell’Atlantico (almeno rispetto a quelle del nostro Mediterraneo) ed il vento, che soffia pressoché costantemente, non vi permetteranno di andare al mare nei mesi più freddi, a meno che non siate degli intrepidi o dei surfisti. In quest’ultimo caso, Lanzarote sarà per voi un vero e proprio paradiso.

Timanfaya

Da non perdere:

  • Il parco naturale vulcanico di Timanfaya;
  • I singolari monumenti artistico-naturali opera di César Manrique;
  • Le impressionanti vedute da Famara e dal Mirador del Río;
  • La surreale costa vulcanica tra El Golfo e le Salinas de Janubio;
  • I paesaggi dell’interno, soprattutto nella zona vinicola de La Geria.

Cosa fare:

  • Godersi un clima perfetto e il mare quando in Italia fa troppo freddo o troppo caldo;
  • Cavalcare le onde nella Caleta de Famara se si è surfisti provetti o cimentarsi in un corso di surf per principianti;
  • Fare escursionismo nel parco nazionale di Timanfaya;
  • Gustare specialità gastronomiche locali nell’eccellente ed economico ristorante del Monumento al Campesino (provato dal sottoscritto).

Da assaggiare:

  • I vini locali: moscatel e malvasía;
  • I piatti a base di gofio, farina di cereali tostati utilizzata per preparare piatti dolci e salati, onnipresente nella gastronomia delle Canarie;
  • Le papas arrugadas con mojo, patate dalla buccia rugosa accompagnate da una salsa verde o rossa, forse il piatto più famoso delle Canarie.

Paesaggi surreali

Trasporti:

  • Aereo

  • L’aeroporto di Lanzarote si trova nei pressi di Arrecife ed è raggiungibile in autobus. Le aerolinee locali Binter Canarias e Islas collegano l’isola con Gran Canaria, La Palma e Tenerife, mentre Air Europa, easyJet, Ryanair, Iberia e Spanair offrono voli da molte città spagnole peninsulari. Infine, da numerose città europee, soprattutto tedesche e britanniche, partono voli diretti per Lanzarote. L’unico collegamento diretto dall’Italia è operato solo in estate da Neos da Milano Malpensa. Un’altra possibilità è combinare due voli di compagnie low-cost, tenendo presente che sarà necessario fare due volte il check-in e che la compagnia non risponde in caso di ritardi.
    > Trova le coincidenze dei voli low-cost per le Canarie.

  • Trasporti locali

  • Sebbene esista un servizio locale di autobus, le linee sono poche ed è perciò consigliabile affittare un’auto, anche perché i luoghi più belli sono praticamente inaccessibili senza un mezzo proprio. I prezzi dell’autonoleggio a Lanzarote sono contenuti.

La spiaggia di FamaraTimanfayaTimanfayaMapaís, TimanfayaTimanfayaBianche geometrie a LanzaroteLa costa orientaleJameos del AuguaCharco de los ClicosSpiaggia di El GolfoPaesaggi surrealiAttraverso il malpaís

Ultimi interventi

Vedi tutti