Questo sito contribuisce alla audience di

Segovia, Castiglia e León

Una piccola, incantevole città con un grande patrimonio monumentale, a poca distanza da Madrid.

L'acquedotto romano di Segovia, che attraversa la città

Indice:

Profilo

Allungata su uno sperone roccioso che si innalza alla confluenza dei fiumi Eresma e Clamores, Segovia viene spesso paragonata ad una splendida nave, con il romantico castello dell’Alcázar per prua e le vele rocciose dei rampanti della sua cattedrale nel mezzo. Segovia è una piccola città, eppure il suo centro storico è denso di monumenti di eccezionale rilievo, tant’è vero che è stato dichiarato interamente patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. L’imponente, emozionante acquedotto romano, la cattedrale, capolavoro gotico, l’Alcázar, che con le sue torri sembra uscito da una fiaba di Disney, sono solo i più famosi tra i luoghi storici di questa splendida cittadina. Se a questo si uniscono la vicinanza a Madrid (87 km) la sua posizione ai piedi della Sierra del Guadarrama e l’omonimo parco nazionale e la sua fama di meta gastronomica, ecco una perfetta destinazione per un’escursione di un giorno dalla capitale.

La città è capoluogo della provincia omonima, che fa parte della comunità autonoma di Castiglia e León ed ha circa 57.000 abitanti.

Quanto stare e quando andare:

Nonostante Segovia sia una cittadina di modeste dimensioni, visitarla con cura può essere impegnativo, anche se fattibile, in un solo giorno. L’ideale sarebbe passarvi un fine settimana o includerla in un tour insieme ad altre località della Castiglia.

Il clima di Segovia è mediterraneo continentale, con inverni rigidi ed estati molto calde. Le precipitazioni sono scarse; ciononostante, Segovia riceve più pioggia rispetto ad altre località della Spagna centrale. In inverno si possono verificare nevicate. Pertanto, l’ideale sarebbe visitare la città in primavera o autunno.

Da non perdere:

  • L’acquedotto romano, perfettamente conservato, che attraversa il centro storico della città;
  • La cattedrale, impressionante capolavoro di architettura gotica basco-castigliana;
  • L’Alcázar (palazzo reale) risale al 1200, ma assunse il suo aspetto attuale, con le torri appuntite, uniche in Spagna, nel ‘500;
  • La cinta muraria della città, risalenti al XI secolo, quasi interamente conservate;
  • Le strette viuzze del centro e la piacevole Plaza Mayor.

Da assaggiare:

  • Il cochinillo asado, maialino da latte arrosto, delizia per la quale i madrileni accorrono a Segovia e dintorni i fine settimana;
  • Il ponche segoviano, tipico dolce a base di pan di spagna, crema pasticcera e marzapane;
  • I vini locali di denominazione d’origine: Rueda e Ribera del Duero.

Trasporti:

  • Aereo
  • Segovia non possiede un aeroporto. Il più vicino è quello di Madrid Barajas, con voli per i cinque continenti e collegamenti diretti dall’Italia. Da Barajas, si può raggiungere Segovia in treno o pullman via Madrid. L’aeroporto di Valladolid è collegato a Bergamo Orio al Serio con un volo di Ryanair.

  • Treno
  • La città si trova sulla linea di Cercanías per Madrid nonché sulla linea Madrid-Valladolid sulla quale viaggiano sia treni normali che ad alta velocità AVE. Questi ultimi impiegano circa mezz’ora per raggiungere la capitale e 40 minuti per Valladolid. Tutti gli orari sul sito di Renfe.

  • Pullman
  • Segovia è collegata a Madrid ed altre località dagli autobs delle compagnie Sepulvedana e Linecar.

  • Auto
  • Segovia è collegata all’autostrada Madrid-La Coruña AP-6 attraverso il raccordo AP61. La capitale si raggiunge in circa un’ora.

  • Trasporti locali
  • La città dispone di un servizio di autobus locali, ma il suo centro compatto si visita comodamente a piedi.

L'acquedotto romano di Segovia, che attraversa la cittàVista della cattedrale e delle mura di SegoviaL'Alcázar di SegoviaLa cattedrale gotica di SegoviaVeduta del centro storico di SegoviaLa lupa capitolina, tributo della città di Roma a Segovia

Ultimi interventi

Vedi tutti