Questo sito contribuisce alla audience di

Barcellona in un weekend / 2

Una guida pratica per vedere il meglio di Barcellona in due giorni, con itinerari e mappe.

Itinerario

Continua da: Barcellona in un weekend / 1

In questo articolo proseguiamo la nostra visita di un Barcellona in un weekend. Il primo giorno abbiamo visitato la città medievale, il porto vecchio e le Ramblas. Il secondo giorno visiteremo la maggior parte dei monumenti barcellonesi dichiarati patrimonio dell’umanità UNESCO (i capolavori di Gaudí e degli altri modernisti), la Barceloneta e il porto olimpico.

Inizieremo il percorso dal Parc Güell (situato in periferia); consiglierei di essere lì alle 10:00, per l’apertura del parco. L’itinerario spazia su un’area piuttosto vasta della città, perciò sarà necessario spostarsi anche in metropolitana e autobus. La miglior opzione sarebbe acquistare un biglietto giornaliero, se non si possiede già un biglietto per più giorni o uno da 10 viaggi (vedi tipologie e tariffe).


Ingrandisci mappa

2º giorno: la Barcellona modernista e olimpica, Barceloneta.

    1. Parc Güell. Questo splendido parco patrimonio dell’umanità UNESCO, nato dal genio di Gaudí è celebre per le sue architetture fiabesche e policromatiche e le vedute spettacolari sulla città. Si raggiunge in metro scendendo a Vallarta e da qui a piedi per 10/15 minuti fino al parco. Per evitare la ripida salita, si può scendere a Lesseps e prendere l’autobus 116 che lascia proprio davanti all’ingresso del parco.

    2. Lasciamo il parco attraverso l’uscita su Carretera del Carmel, dove troveremo una fermata degli autobus. Prendiamo l’autobus 92 in direzione Pg. Maritim e scendiamo alla fermata Indústria/Av. Gaudí per visitare l’Hospital de la Santa Creu i Sant Pau, anch’esso patrimonio dell’umanità, progettato da un altro grande esponente del modernismo catalano: Lluís Domènech i Montaner.

    3. Ci spostiamo quindi al capolavoro incompiuto di Gaudí, la chiesa della Sagrada Família, a piedi o in metro (linea 5 da Hospital Sant Pau a Sagrada Família). Da non perdere la facciata della Natividad e la cripta.

    4. Prendiamo la linea 5 della metro alla fermata Sagrada Família fino a Diagonal. Qui visitiamo la famosa Casa Milá, detta la Pedrera, di Gaudí.

    5. Camminando lungo l’elegante Passeig de Gràcia, dove troveremo numerose proposte per pranzare, arriviamo alla cosiddetta Manzana de la discordia. Qui si concentrano tre famosissimi edifici modernisti: la Casa Batlló (Gaudí), la Casa Lleó Morera (Domènech i Montaner) e la Casa Amatller di Catafalch.

    6. Palau de la Música Catalana. Un altro gioiello modernista di Domènech i Montaner.

    7. La Barceloneta. Raggiungiamo questo tipico quartiere di pescatori in metro (linea 4 da Urquinaona a Barceloneta), o a piedi percorrendo Via Laietana, una delle principali strade che attraversano il centro storico.

    8. Ci godiamo il tramonto camminando lungo il Passeig Maritim de la Barceloneta e la sua spiaggia, raggiungendo il Port Olímpic, con i suoi edifici moderni e la famosa scultura a forma di pesce di Frank Gehry. La sua ampia scelta di ristoranti e locali lo rende il posto ideale per passare la serata.

    9. Il nostro itinerario terimina alla stazione della metro di Ciutadella-Vila Olímpica.

Articoli d’interesse:
- Barcellona

- Muoversi a Barcellona

ItinerarioItinerarioItinerarioItinerarioItinerarioItinerarioItinerarioItinerarioItinerarioItinerarioItinerario

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Profilo di okapartment

    okapartment

    24 Aug 2010 - 16:11 - #1
    0 punti
    Up Down

    Mi piace questo elenco dei luoghi più belli di Barcellona. Bellissima questa città…

Ultimi interventi

Vedi tutti