Questo sito contribuisce alla audience di

Ma quant' è bello mangiare alla spagnola!!

Le culture mediterranee hanno sempre avuto con quelle orientali una sorta di primato culinario a livello mondiale , la cucina spagnola è un insieme ricco e variato tra essenza mediterranea ed equilibri arabi.

Della cucina spagnola si sente tanto parlare , ormai si assiste ad una sorta di esplosione della cucina iberica anche da noi.
Io da buon amante della cucina etnica in genere, nonchè della cultura culinaria spagnola non posso che dire che c’è ancora molto da lavorare , primo per aiutare la cucina spagnola ad affrancarsi dalla “moda” e quindi proporre tutto quello che in più esiste oltre alla leggendaria “paella”.

In questo intervento non intendo fare cenno delle cucine latino americane alle quali dedicherò interventi a parte.

La storia della cucina spagnola si sviluppa nei secoli parallelamente a quella italiana, i sapori sono quelli affini ai nostri, e gli odori dominanti appprtengono anche alla nostra cultura, olio d’oliva (aceite de oliva) , aglio (ajo), prezzemolo (perejil), basilico (albahaca), fagioli (judías), piselli (guisantes)ecc.ecc. sono solo alcuni dei tantissimi sapori che condividiamo, ma alcune splendide e gustosissime differenze danno il tocco esotico che stuzzica la nostra fantasia.

Una sola precisazione, non fatevi infinocchiare dal “mito” della paella , molti spagnoli giustamente orgogliosi di questa perfetta miscela di sapori , hanno capito che il turista si puó in qualche modo ingannare, per cui non dovunque é possibile mangiarne una buona , qui in Italia di riflesso accade lo stesso, essa é invece un piatto popolare semplice senza una vera ricetta ed affidato al buon gusto di chi la prepara, per cui consultatene qualcuna , e buon appetito , come si dice :” chi fa da se , mangia da re”: