Questo sito contribuisce alla audience di

Federico Garcia Lorca

Vita di trincea ed ermetismo , hanno trasformato Garcia Lorca in un'icona del nostro tempo , l'intensità e la crudezza in un uomo che ha rappresentato come interprete della sua stessa vita uno dei momenti più tragici della storia di Spagna.

Il poeta spagnolo per eccellenza , conosciuto in tutto il mondo
Nasce il 5 Giugno del 1898 a Fuente Vaqueros non lontano da Granada da una famiglia di propietari terrieri, studia conm problemi legati ad una grave malattia, tempo dopo (1915)si iscrive all’università , ma cosa più importante conosce il giurista Fernando De Los Rios che gli rimarrà amico durante tutta la vita , altri contatti importanti in quel periodo furono quelli con il musicista Manuel De Falla e con Antonio Machado.
All’inizio degli anni 20 eccolo a Madrid dove si forma grazie ai contatti con artisti della fama di Dalì, Buñuel ed in particolare Jimenez, contemporaneamente si dedica alla scrittura di lavori teatrali i cui esordi furono accolti con una certa freddezza , dopo la laurea la sua vita si riempie di nuovi lavori , conferenze e nuove amicizie , da Pablo Neruda a Ignacio Sánchez Mejías .

Viaggia molto tra Cuba (non ancora Castrista) e gli stati Uniti , dove entra in contatto con i contrasti della societá evoluta ed i suoi paradossi , l’impegno di Garcia Lorca ne sociale comincia a manifestarsi con la creazione di gruppi teatrali autonomi la cui attivitá e finalizzata allo sviluppo culturale della Spagna.

Altri viaggi e consolidamento delle amicizie , sino al 1934 anno della morte del grande torero Ignacio Sánchez Mejías ucciso da un toro durante una corrida.

Nel 1936 scoppia la guerra civile , e malgrado Garcia Lorca non fosse dichiarato politicamente ,se non per una manifesto antifacista, viene fucilato senza evidenti né giustificabili ragioni.

Delle sue opere , quella piú universalmente conosciuta é il “LLanto por la muerte de Ignacio Sánchez Mejías” la struggente partecipazione interiore ne fanno un’opera “del mondo” la morte e la sua negazione hanno fatto diventare “A las cinco de la tarde” un termine comune a tutte le latitudini e dovunque indicante la freddezza cieca del destino.
Se ci si vuole avvicinare alla poesia spagnola Garcia Lorca puñ essere un buon inizio , ma solo se ci si sforza di vivere il suo tempo e le sue passioni .