Questo sito contribuisce alla audience di

Mondiali 2006 Spagna - Arabia Saudita 1 - 0 "Primeros"

C'era da aspettarselo la Spagna di Aragonès non fa sconti neanche ai sauditi

Nonostante la Spagna fosse matematicamente qualificata, e l’Arabia Saudita conservasse ancora un po’ di speranze, la partita sembrava impari, ma proprio qualche ora prima del fischio d’inizio erano stati resi pubblici i premi che un sovrano saudita avrebbe riservato ai giocatori in verde in caso di vittoria contro gli spagnoli e magari di qualificazione.

Per farla breve, se fossero passati avrebbero intascato circa mezzo milione di euro a testa, bella cifretta davvero, ma torniamo al match. La stampa spagnola, storicamente abbastanza freddina e critica nei confronti della proprio nazionale, sembra esersi affezionata tanto a questa squadra, che lo ricordiamo è quella con l’età media più bassa su tutte le 32 partecipanti al mondiale.

Il match comincia e Fabregas, Joaquin ed Iniesta, lasciano intendere che non sarà una giornata facile per i petrolieri.

Infatti il “vecchio” Aragonès (paradossalmente l’allenatore più anziano del lotto), ha scelto di mandare in campo tutti quelli che non avevano avuto la possibilità di mettersi in mostra sino ad ora, quindi con una grossa fame di gioco a cominciare da Canizares, il platinatissimo portiere.

In realtà a parte la rete di testa di Joaquin al 36 minuto, non si può certo dire che la partita sia stata combattuta, infatti la Spagna ha continuato ad attaccare spesso con veemenza, ma senza riuscire a sfondare ancora, mentre l’Arabia Saudita ha contenuto ed ha tentato timidamente di reagire, in realtà il destino era segnato come la qualificazione.

In serata la Spagna ha conosciuto la sua prossima avversaria negli ottavi, e sarà davvero uno scontro tra big, la Francia di un rientrante Zidane se la vedrà con le furie rosse.

Io tifo Spagna

Segui il blog sui mondiali