Questo sito contribuisce alla audience di

Biografia

Prima di approdare alla pubblicità, Enrico Ratto dedica cinque anni della sua vita al giornalismo, collaborando prima con quotidiani di ogni ordine e grado, e poi con settimanali tra cui il Diario e Il Venerdì. Tutto questo mentre cerca, nel minor tempo possibile, di laurearsi in Sociologia della Cultura a Milano. A 23 anni ce la fa, proponendo una tesi sui clan nazionalisti in Corsica. A quel punto pensa che sia utile aprire una finestra sul mondo, e si specializza in European Affairs presso l’Istituto di Studi per la Politica Internazionale di Milano. Ma la politica e la carriera diplomatica non lo attirano, benché nelle librerie circolino da qualche anno un suo romanzo e due saggi d’attualità. Un giorno legge di un pubblicitario francese che a 20 anni faceva il giro del mondo in Due Cavalli. Lui una Due Cavalli ce l’ha, da parte di madre, e un’agenzia, tutto sommato pure, da parte di padre. Quando capisce che il globetrotter raccontato nel libro è diventato il più grande pubblicitario di Francia, pensa che valga la pena dire cordialmente addio agli amici còrsi per tentare il colpo. Decide così di dedicarsi alla comunicazione sintetica, passare insomma dal romanzo all’head-line, ma tutto ciò che gli viene offerto è un lavoro nel laboratorio grafico dell’agenzia. Da quel momento il suo unico obiettivo è tentare la scalata nel più breve tempo possibile, anche fisicamente, visto che la pubblicità si fa al piano di sopra, e che giù, in inverno, fa molto più freddo. Gli piacciono gli uffici aperti, luminosi e caldi. Oggi ha ottenuto una connessione ADSL, un i-Book e l’incarico di gestire le Relazioni Esterne in CPL CreativeGroup. Se volete scrivergli enricoratto@cplweb.it