Questo sito contribuisce alla audience di

Mal d'Idea

Due tra i più premiati Direttori Creativi italiani ci raccontano perché il mestiere del pubblicitario sia far sorridere, ridere, commuovere, piangere, trepidare, emozionare, sorprendere. E questo è solo l'inizio...

Aldo Cernuto e Roberto Pizzigoni fanno un mestiere che è un aggettivo qualificativo. Magari sostantivato, ma pur sempre un aggettivo. Sono due creativi. Così si chiamano in pubblicità gli autori delle campagne. Può sembrare gratificante, e invece è buffo. È come se uno scrittore facesse di mestiere “l’intelligente”, o un attore “il bello”, o un avvocato “il loquace”. Anche i comici fanno un lavoro che è un aggettivo, ma questo è uno dei pochi aspetti che le due professioni condividono. I comici devono far solo ridere (e com’è difficile!), mentre i creativi devono saper far sorridere, ridere, commuovere, piangere, trepidare, emozionare, sorprendere. E questa è solo metà del loro mestiere. L’altra metà, quella più importante, è vendere. Cosa concilia la risata o la lacrima di uno spettatore con l’acquisto di un prodotto? Le idee. E se far ridere è difficile, trovare idee per vendere è molto peggio. Bisogna patire, penare, smaniare, soffrire, fino quasi a star male. Questo, e molto altro ancora, è il “mal d’idea”.

Gli autori

Aldo Cernuto (Torino, 1955) Roberto Pizzigoni (Milano, 1954) sono una tra le coppie creative più premiate in Italia e all’estero negli ultimi anni. Dopo aver girato per i reparti creativi di alcune delle più prestigiose agenzie italiane sono in Pirella Lowe dal 1991 dove oggi ricoprono la carica di Direttori Creativi Esecutivi. Vastissimo l’elenco di tutti i premi vinti in tutto il mondo.

Link correlati