Questo sito contribuisce alla audience di

Fiat G 50

Il Freccia italiano, presente su tutti i fronti.

Introduzioneil Freccia in posa

Anche se spesso inadeguato agli standard che si erano affermati per gli aerei da caccia già dall’inizio del conflitto, il piccolo monoposto torinese presentava caratteristiche innovative per un mezzo progettato e costruito in Italia: il Fiat G 50 Freccia ha infatti il merito Fiat G 50 Frecciadi essere stato il primo caccia italiano interamente metallico e dotato di carrello retrattile.

L’aereo

Al pari del Reggiane Re 2000 e del Macchi MC 200, il G 50 rappresenta un aereo di transizione tra il biplano CR 42 e i moderni mezzi delle serie 2 e 5 (fiat G 55, MC 202 e 205, Re 2002 e 2005); questo non gli impedì di combattere su tutti i fronti, dall’Inghilterra al deserto, dal territorio metropolitano italiano alle steppe russe e al mare Egeo.

Romba il motor...

Alle doti di manegevolezza e robustezza, facevano da contraltare in negativo, un armamento poco soddisfacente (appena due mitragliatrici sul muso del calibro di 12,7 mm), un motore poco potente, e un abitacolo aperto.

Monoplano ad ala bassa, con motore raffreddato ad aria, il radiale a 14 cilindri Fiat a.74 RC38, cheil G 50 in volo di scorta a Bf 110 sulla Manica erogava una potenza di appena 840 HP (bassa in confronto dei motori delle altre nazioni belligeranti).

Allo scoppio della guerra il G 50 profiliequipaggiava due stormi per un totale di 118 aerei, che ebbero il battesimo del fuoco nella brevissima campagna di Francia. Subito dopo il Freccia, con base nel Belgio occupato, partecipò alla Battaglia d’Inghilterra nel Corpo Aereo Italiano, C.A.I., dove mostrò insieme al “fratello maggiore”, il Fiat Cr 42, tutti i suoi limiti. Nonostante questo la Fiat continuò la produzione del Freccia in quantità, determinandone la presenza su tutti i fronti dove la Regia Aeronautica combatté.

In totale furono prodtti circa 780 Freccia compresi quelli della versione migliorata G 50 bis.




































Tipo:


caccia


Apertura alare:


mt 10,98


Lunghezza:


mt 7,80


Altezza:


mt 2,95


Peso al decollo:


kg. 2.390


Velocità massima:


km/h 473 alla quota di 6.000 mslm


Quota massima operativa:


mt 10.730


Autonomia:


km 675


Armamento


2 mitragliatrici


Motore


Fiat a.74 RC38, radiale 14 cil., 840 HP


Equipaggio


1 persona