Questo sito contribuisce alla audience di

Alfabeto aeronautico (o alfabeto fonetico Nato)

Sviluppato negli anni ’50 dall’ICAO (International Civil Aviation Organization), ossia l’Organizzazione internazionale per l’aviazione civile, l’alfabetico fonetico radiotelegrafico venne ideato[...]


Sviluppato negli anni ’50 dall’ICAO (International Civil Aviation Organization), ossia l’Organizzazione internazionale per l’aviazione civile, l’alfabetico fonetico radiotelegrafico venne ideato affinché tutti i piloti e gli operatori aerei non incorressero in problemi di comprensione. A volte viene erroneamente chiamato Alfabeto fonetico internazionale, che è invece l’alfabeto usato in linguistica.

Anche se è composto da parole inglesi, le lettere codificate possono essere riconosciute con facilità anche da chi parla un’altra lingua. L’alfabeto viene usato in Europa e nord America negli affari e nelle telecomunicazioni, tanto che anche la ITU (International Telecommunication Unit), l’Unione internazionale delle telecomunicazioni l’ha adottato.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Lombardo

    10 Nov 2009 - 14:46 - #1
    0 punti
    Up Down

    La s si pronuncia aspra oppure sonora nelle parole italiane rosa,sbaglio
    La c si pronuncia dura oppure dolce nelle parole italiane cielo,cassa
    La ch si pronuncia aspirata come nella parola loch
    La gh si pronuncia come se fosse un soffio continuato intermedio tra sh e ch
    La th si pronuncia come il th inglese cioè come una v
    La dh si pronuncia come th,ma sonoro
    La z si pronuncia sorda oppure dolce
    La g finale si pronuncia s dolce
    La bh si pronuncia come la b fricativa,simile alla v,ma il suono è intermedio tra la b e v
    La ph si pronuncia quasi come una f fricativa e di breve durata,ma il suono è
    intermedio tra la v e la p
    La t si pronuncia muta se alla fine di una parola.
    La q si pronuncia con un suono ugulato uvulare dalla gola
    La qg si pronuncia come q,ma sonoro
    La gn si pronuncia come se fosse una g molto nasale che si pronuncia col dorso palatale che si pronuncia come un suono intermedio tra n e g
    La j si pronuncia come la semivocale i pronunciata con il dorso del palato,che si pronuncia come una consonante fricativa
    La cgn si pronuncia come un soffio continuato conferito dalla n che non si pronuncia:la n è appena udibile
    La s finale si pronuncia come il nostro sc di scena,l’inglese di shelf o il francese di dimanche