Questo sito contribuisce alla audience di

Stealth, un esempio preso in prestito dalla natura. La filosofia legata al concetto di "Bassa visibilità" - 1 -

La tecnologia Stealth è l’insieme di accorgimenti di varia natura (tattica, tecnica e tecnologica) collegata al concetto di “Bassa visibilità” da parte nemica. Si tratta di una vera e[...]



La tecnologia Stealth è l’insieme di accorgimenti di varia natura (tattica, tecnica e tecnologica) collegata al concetto di “Bassa visibilità” da parte nemica. Si tratta di una vera e propria filosofia che viene applicata in tutte le fasi di realizzazione di un aereo militare, dalla progettazione, individuazione delle missioni alle tattiche di impiego.

Da quando si è scoperto che usare colori di un certo tipo rende possibile nascondersi e dissimularsi con l’ambiente circostante è iniziato lo studio empirico del “Diminuire la propria evidenza all’osservazione da parte nemica”.

In natura si chiama mimetizzazione, ed è la base della filosofia per la sopravvivenza, utilizzata anche per compiti offensivi. Tra le tante applicazioni naturali si può definire Stealth un orso polare sulla banchisa, un leone nella savana, una mantide religiosa nella vegetazione.

E’ importante rimarcare che Stealth significa in effetti “Furtività” e non “Invisibilità”. Tra le applicazioni umane storiche Stealth era pure un ninja, come lo sono attualmente gli attuali commando e sabotatori. Tuttavia, la concezione scientifica della Stealthness parte non ufficialmente dalla mimetizzazione, che è stata adottata dopo l’invenzione delle armi da fuoco.

La tecnologia Stealth maggiormente nota è quella legata alla riduzione della segnatura radar, ciò è collegato soprattutto alle caratteristiche forme che assumono gli oggetti progettati con tali accorgimenti, rendendo molto impegnativo lo studio di questo aspetto tecnologico che ha comportato anche scoperte sorprendenti.

1) Continua

In foto aereo militare bombardiere tattico Lockheed Martin F-117 Nighthawk