Questo sito contribuisce alla audience di

Cos'era il sistema satellitare da ricognizione "Corona"?

“Corona” era il nome di una serie di satelliti militari da ricognizione statunitensi impiegati in un programma della Cia (Central Intelligence Agency) aventi lo scopo di dare supporto[...]



“Corona” era il nome di una serie di satelliti militari da ricognizione statunitensi impiegati in un programma della Cia (Central Intelligence Agency) aventi lo scopo di dare supporto all’Aviazione Militare degli Usa attraverso la sorveglianza fotografica dell’Unione Sovietica, della Cina e di altre aree, dal giugno del 1959 fino al maggio 1972. Il progetto è noto con il nome in codice “Corona” (non è un acronimo).

Il progetto fu accelerato dopo l’incidente dell’U-2 avvenuto nel maggio del 1960, quando l’aereo-spia americano venne abbattuto dalle forze sovietiche.

I satelliti erano stati denominati KH-1, KH-2, KH-3, KH-4, KH-4A e KH-4B. KH stava per “Keyhole” (”Buco della serratura”) e il numero seriale indicava i cambiamenti nelle strumentazioni di sorveglianza, come anche il cambiamento dall’obiettivo da singola a doppia panoramica.

Il sistema chiamato “KH” è stato usato per la prima volta nel 1962 con il KH-4 ed i primi numeri erano applicati retroattivamente.

In tutto sono stati lanciati 144 satelliti Corona, 102 dei quali tornati con gli imagery utilizzabili.

Foto: un’immagine del Pentagono scattata dal sistema “Corona” il 25 settembre 1967

Source: http://www.nro.gov/corona/corona7.jpg