Questo sito contribuisce alla audience di

EXPOSCUOLA-YOUng

Istruzione, Formazione, Lavoro XIIª Edizione: Fiera di Padova, 12/14 novembre 2009 Job Meeting PADOVA IXª Edizione: Fiera di Padova, 12 novembre 2009


Ciclone Gelmini? Effetti della crisi globale sui potenziali, futuri mercati del lavoro? Certezze che non esistono più? Delta sempre più marcato tra scuola italiana e i picchi qualitativi internazionali? Scuola in Italia o in atri Paesi, pubblica o privata?

Ragazzi, giovani e famiglie, oltre che gli “operatori del settore” possono trovare a Padova, dal 12 al 14 novembre, risposte precise e documentate ai molti dubbi su quale scuola o corso universitario scegliere, sul come programmare presente e futuro dei propri figli, anche se ancora “pulcini”, sul come orientarsi tra istituti analoghi su realtà che abbiano dimostrato caratteristiche di eccellenza, come capire cosa sta fermentando di nuovo in quel “calderone” apparentemente indistinto che è la scuola italiana.

L’occasione è offerta, a Padova, da “Exposcuola-YOUng”, il Salone specializzato che Padova Fiere con Regione del Veneto, Comunità Alpe - Aria e gli enti ed istituzioni territoriali e non, propone ormai dal 1968.
Quella che è la più accredita e longeva manifestazione del settore in Italia si presenta quest’anno integralmente rinnovata affiancata anche da un portale, HYPERLINK “http://www.exposcuola.it” www.exposcuola.it. che, al di là dell’importante momento fieristico, raccoglie e offre dati sulla scuola italiana, evidenziando in particolare le “buone pratiche” messe in atto da realtà di eccellenza che possono fungere da stimolo ad altri docenti e offrire occasione di riflessione ai genitori e allievi.
“Exposcuola- YOUng” è la vetrina dei migliori progetti educativi, dei percorsi formativi, delle iniziative, realizzazioni, idee, insomma una grande, vivacissima vetrina della “scuola italiana o in Italia”, distinzione non casuale visto che non è marginale l’offerta formativa che istituzioni internazionali propongono oggi nel nostro Paese. Ad esservi rappresentata è tutta la scuola, dalle materne ai master post specializzazione universitaria. “Exposcuola-YOUng” è anche momento di confronto tra imprese e scuola e tra studenti, genitori e istituzioni.
A Padovafiere saranno tre giorni zeppi di workshop, incontri, proposte, mutimedialità per rappresentare “sotto la scorza” un modo che assorbe oggi almeno il 4,4 % del PIL nazionale, che impiega, nel pubblico, 964.554 soggetti per “educare” più di 7 milioni e mezzo di giovani e giovanissimi italiani, cui si aggiunge il “privato” con poco meno di 70 mila educatori per 1 milione e 400 mila alunni.
Un viaggio dentro le 89 università e i ben 2871 corsi di laurea che, con non pochi problemi, plasmano (o dovrebbero plasmare) 1.776.999 iscritti, la futura classe dirigente italiana. Un’offerta vasta che però non soddisfa le esigenze di circa 40 mila studenti italiani, tanti sono quelli che risultano essersi iscritti in atenei stranieri, prevalentemente in quelli tedeschi (19,9%), austriaci (16,1%), inglesi (13,7%), svizzeri (11,6%), francesi (10,4%) e statunitensi (8,8%).
Per contro, gli universitari stranieri che studiano in Italia sono circa 48 mila. Ma un terzo di loro in realtà apparterrebbe alla seconda generazione di immigrati in Italia, e ha fatto anche le superiori nel nostro Paese.
Nei primi dieci posti per la presenza di studenti stranieri(in rapporto agli iscritti e non in valore assoluto) troviamo il Politecnico di Torino seguito da Bocconi, Trieste, Politecnico di Milano, Urbino, Bologna, Trento, Genova, Camerino, Brescia, Verona e Firenze.
Se all’Università gli stranieri sono meno di 50 mila, gli alunni di cittadinanza straniera iscritti nelle scuole italiane nell’anno scolastico 2007/08 sono stati dieci volte tanto, per l’esattezza 574 mila - con un incremento del 14,5 per cento rispetto all’anno scolastico precedente (73 mila studenti stranieri in più) - e rappresentano ormai il 6,4 per cento della popolazione scolastica. Eurispes, nel suo rapporto annuale, segnala un aumento degli studenti stranieri del 609% in dieci anni.
I giovani italiani e stranieri hanno a disposizione 6.692 scuole superiori, tutte ben dentro il guado che dovrebbe portarle verso forme nuove, con tutti i problemi che ogni cambiamento comporta, tanto più se avviene in regime di forti tagli. E, prima ancora, le 7939 scuole medie (di cui 7073 nono statali, 177 quelle equiparate a statali, 682 paritarie e 7 non paritarie) e le 18101 scuole elementari (Scuola primaria garantita da 15870 istituti statali, 635 equiparati, 1502 paritari e 94 non paritari) per arrivare alle 24727 scuole materne pubbliche e private.

Un mondo complessissimo, di fatto poco noto ai più, un mondo dove non mancano eccellenze assolute, programmi di grande respiro, possibilità e potenzialità solo in parte espresse. Opportunità che studenti e famiglie, ma anche gli stessi operatori, conoscono poco o per nulla. Di qui “Exposcuola-YOUng”, il più importante e qualificato luogo di incontro, scambio, conoscenza nel settore in Italia, per non fare scelte al buio, per capire e portarsi a casa ciò che c’è di meglio in Italia oggi, con un occhio al domani e soprattutto al mondo.

Per saperne di più: HYPERLINK “http://www.exposcuola.it” www.exposcuola.it

Ufficio stampa: Studio ESSECI - Sergio Campagnolo tel. 049.663499 info@studioesseci.net

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Profilo di kinumeno

    kinumeno

    29 Sep 2009 - 22:26 - #1
    0 punti
    Up Down

    ARCHIVIO DELLA DISLOCAZIONE
    L’archivio della dislocazione documenta il trasferimento continuo di sé.
    Ad ognuno dei partecipanti al progetto è richiesto di realizzare fotografie di sé nel contesto di panorami più o meno noti, esibendo nella mano la cartolina del proprio luogo di provenienza.
    ES PRODUZIONI 2009
    http://dislocazione.altervista.org

Le categorie della guida