Questo sito contribuisce alla audience di

PRIMA O POI OGNI MURO CADE a cura di Ruggero Maggi

installazione site-specific collettiva proposta dal Milan Art Center Galleria del Corso – Milano 9 - 22 novembre 2009 orari: 10.30 – 18.00

PLAZA: OLTRE IL LIMITE 1989-2009

1989-2009 XX Anniversario della caduta del Muro di Berlino. Attraverso
un originale percorso espositivo open air nel centro storico di Milano,
l’arte contemporanea diventa protagonista di una manifestazione che
trasforma la città in un Museo “a cielo aperto”.

Prima o poi ogni muro cade. Un’asserzione che in sé circoscrive una
speranza, un’azione diretta, un’immagine che si frantuma e disperde i
propri frammenti a terra, ma che sottintende anche un’azione intima ed
introspettiva che ogni individuo dovrebbe affrontare per demolire al
proprio interno quelle sottili pareti che, inesorabilmente, si elevano. Gli
artisti contemporanei invitati dovranno creare opere che travalichino i
confini per unirsi in uno spazio ideale in cui ogni muro viene infranto ed
i cui frammenti, come meteore, ricongiungano ciò che l’uomo ha voluto
dividere. Questi frammenti saranno a stretto contatto con la terra.
Come la caduta del muro ha ridato vita, movimento, transito alle
persone ed alle idee, così sotto la Galleria del Corso un mosaico di
installazioni delineerà di volta in volta, nuovi tragitti e nuovi spazi, che
gli stessi visitatori potranno percorre ed attraversare.
Artisti:
Donatella Baruzzi, Luisa Bergamini, Anna Boschi, Nirvana Bussadori,
Maria Caboni, Angelo Caruso, F.Romana Corradini, Teo De Palma,
Gianni De Tora, Marcello Diotallevi, Roberto Franzoni, Bruno Freddi,
Fabrizio Galli, Salvatore Giunta, Isa Gorini, Claudio Grandinetti, Franca
Lanni, Live Art, Fabrizio Martinelli, Gianni Marussi, Rita Mele, Franco
Montemagno, Clara Paci, Giorgio Pahor, Armando Pelliccioni,
Giovanna Pesenti, Renata Petti, Tiziana Priori, Claudio Rotta Loria,
Jeannette Rütsche, Eugenia Serafini, Elena Sevi, Micaela Tornaghi.

Le categorie della guida