Questo sito contribuisce alla audience di

Bando di concorso per una borsa di studio

Il tema è "Ceramica archeologica:tecnologia e analisi di laboratorio". La borsa è offerta dall'Università Ca' Foscari di Venezia Dipartimento di Scienze dell’Antichità e del Vicino Oriente

Ecco il Bando:

Art. 1
1. Per onorare la memoria del dott. Francesco Cuomo, dirigente di
industrie e strutture ospedaliere private di Milano, l’Università Ca’
Foscari Venezia - Dipartimento di Scienze dell’Antichità e del Vicino
Oriente - bandisce un concorso per una borsa di studio di durata
semestrale, allo scopo di valorizzare l’interazione tra Archeologia (in
particolare Medioevale e Classica) e le Scienze Geologiche (in particolare
Mineralogia e Petrografia) e di approfondire lo studio della
tecnologia ceramica nell’antichità.
2. L’importo della borsa è pari ad Euro 5.000,00 lordi + IRAP (pari ad
Euro 425,00), comprensivi di qualsiasi spesa a carico dell’Ateneo, ed
è a carico del Dipartimento di Scienze dell’Antichità e del Vicino
Oriente, su finanziamento della dott.ssa Ninina Cuomo di Caprio.
3. La borsa è destinata a contribuire alla formazione tecnica di un
laureato nel quadro di un progetto di ricerca che includa una buona
conoscenza della tecnologia ceramica nonché l’applicazione di analisi
di laboratorio (principalmente la microscopia ottica), su reperti
ceramici di epoca classica o di epoca medievale, riportati alla luce
da scavi archeologici effettuati in Italia. Il progetto dovrà essere svolto
presso un Ente di ricerca italiano (Università/Istituzione) che disponga
delle strutture idonee e dovrà essere completato entro il 30
Settembre 2010 con la presentazione di un elaborato della ricerca.
Art. 2
1. Possono concorrere tutti i cittadini italiani in possesso di Laurea
specialistica nelle classi in Archeologia (2/S) o in Scienze geologiche
(86/S) o di Laurea dell’ordinamento previgente a quello introdotto
con D.M. n. 509/99 in Lettere o in Geologia o di titolo straniero
riconosciuto come idoneo, ai soli fini dell’ammissione al concorso,
dalla commissione di cui al successivo art. 4, che abbiano esperienza
negli studi di tecnologia ceramica e archeometria della ceramica
di epoca classica o medievale. Tale esperienza può essere stata
conseguita nell’espletamento della tesi di laurea specialistica o di
dottorato, oppure successivamente.
Art. 3
1. Le domande dovranno essere spedite alla segreteria del
Dipartimento di Scienze dell’Antichità e del Vicino Oriente
dell’Università Ca’ Foscari Venezia, c.a. dott.ssa Carla Bassuto –
Dorsoduro 3484/D, 30123 Venezia, con raccomandata A/R, entro il
30 Dicembre 2009. Farà fede la data del timbro postale di partenza
della domanda.
2. I requisiti di ammissione al concorso dovranno essere posseduti
alla data di scadenza del termine fissato per la presentazione delle
domande di partecipazione al concorso.
3. Nella domanda (redatta al computer) ciascun candidato dovrà indicare
con chiarezza e precisione sotto la propria responsabilità: a)
le proprie generalità, la data e il luogo di nascita, il codice fiscale, la
residenza e il recapito eletto agli effetti del concorso (specificando
sempre il codice di avviamento postale, un recapito telefonico e l’indirizzo
di posta elettronica); b) il possesso della cittadinanza italiana;
c) la laurea posseduta e relativa votazione, nonché la data e la
sede in cui è stata conseguita, e l’elenco degli esami sostenuti. Se il
titolo di studio è stato conseguito all’estero, il candidato dovrà dichiarare
l’equipollenza in base alla normativa vigente. In alternativa
la commissione potrà valutare, esclusivamente ai fini del bando,
l’ammissibilità di titoli stranieri valutandone i contenuti e le aree di
ricerca analizzati e sviluppati; d) indicazione dell’ente di ricerca italiano
(Università/Istituzione) presso cui il candidato intende svolgere
il progetto e indicazione del tutor di riferimento; e) di non godere
di altro premio o borsa di studio; f) di non svolgere attività lavorativa
professionale o di carattere continuativo; g) l’esplicita dichiarazione
di accettare tutto quanto previsto dal presente bando; h)di impegnarsi
a comunicare tempestivamente ogni eventuale cambiamento
della propria residenza o del recapito.
4. Alla domanda devono essere acclusi un curriculum vitae, copia
delle eventuali pubblicazioni (anche in riproduzione fotostatica),
una descrizione del progetto di ricerca, l’indicazione sia dell’Ente di
ricerca italiano (Università/Istituzione) presso cui il candidato intende
sviluppare il progetto, sia del tutor di riferimento.
5. L’amministrazione non assume alcuna responsabilità per il caso
di dispersione di comunicazioni, dipendente da inesatte indicazioni
della residenza e del recapito da parte dell’aspirante o da mancata
oppure tardiva comunicazione del cambiamento degli stessi, né per
eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell’amministrazione
stessa.
Art. 4
1. La Borsa di studio sarà assegnata in base all’insindacabile giudizio
di una Commissione proposta dal Consiglio del Dipartimento di
Scienze dell’Antichità e del Vicino Oriente e costituita da esperti. Se
la commissione lo riterrà opportuno, un’eventuale valutazione ex
aequo porterà alla suddivisione della borsa iniziale in due borse di
Euro 2.500,00 netti ciascuna.
2. La Commissione è tenuta a redigere un verbale in merito.
Art. 5
1. La selezione avverrà in base ad una valutazione dei titoli presentati.
Sarà ritenuta preferenziale una preparazione specifica nell’ambito
della tecnologia ceramica applicata a reperti ceramici di epoca
classica o epoca medievale.
2. Entro il 31 Marzo 2010 il giudizio della commissione verrà pubblicato
sul sito di Ateneo: www.unive.it (v. sito del Dipartimento). Al/ai
vincitore/i sarà inviata una comunicazione scritta.
3. Al/ai vincitore/i della borsa di studio è offerta la possibilità di pubblicare
sulla Rivista di Archeologia dell’Università di Venezia una sintesi
della ricerca svolta.
4. La conclusione della ricerca sarà presentata anche in occasione
di un evento pubblico presso l’Università di Venezia.
Art. 6
1. La borsa di studio sarà erogata al vincitore dall’Amministrazione
Centrale dell’Università Ca’ Foscari tramite corresponsione di 2 rate:
la prima rata sarà corrisposta subordinatamente alla dichiarazione
di inizio attività, comunicata dal responsabile scientifico della borsa
di studio. La rata finale sarà corrisposta a conclusione della ricerca
ai sensi della dichiarazione di fine attività da parte del responsabile
scientifico della borsa di studio.
2. Il costo della borsa graverà sul bilancio del Dipartimento di
Scienze dell’Antichità e del Vicino Oriente, con fondi a carico della
dott.ssa Ninina Cuomo di Caprio, che provvederà al trasferimento
anticipato dei fondi.
Art. 7
1. La borsa di studio erogata non dà luogo a trattamenti previdenziali
né a valutazioni ai fini di carriere giuridiche ed economiche né a riconoscimenti
automatici ai fini previdenziali. In caso di rinuncia o interruzione
dell’attività per cui la borsa è stata erogata, la stessa è ridotta
in proporzione.
Art. 8
1. La borsa di studio non dà luogo a rapporto di lavoro con
l’Università Ca’ Foscari Venezia.
Venezia, 25 settembre 2009 Il Rettore
(Prof. Pier Francesco Ghetti)

Per informazioni rivolgersi a:

Divisione Servizi agli Studenti
e Offerta Formativa
Sezione Offerta Formativa, Segreterie
Studenti e Diritto allo Studio, Post Lauream
Ca’ Foscari, Dorsoduro 3246
30123 Venezia
T. 0412347962
F. 0412347547
e-mail: sambo@unive.it

Le categorie della guida