Questo sito contribuisce alla audience di

Al MAXXI per approfondire le dinamiche dell'arte contemporanea

le storie dell'arte 1960-2010 Fino al 16 aprile 2011 ogni terzo sabato del mese, ore 11.30-13.00 ingresso: € 4,00 Auditorium del MAXXI

Proseguono gli incontri organizzati dal MAXXI per raccontare cosa è successo all’arte italiana negli ultimi 50 anni, quali i protagonisti e le idee che hanno rivoluzionato il modo di fare e di guardare l’arte: dalle avanguardie alla transavanguardia, dall’arte povera al concettuale, dalla fotografia ai new media.

19/02/2011_Silvia Bordini racconta i Nuovi media
Il rapporto degli artisti con le nuove tecnologie elettroniche e informatiche raggiunge negli anni Novanta una
compiutezza formale e una dimensione simbolica di notevole spessore. Le interconnessioni tra video e
digitale mutano e arricchiscono la fisionomia e l’identità della video arte secondo una processualità che ha
come riferimento una pluralità di mondi e di sensi possibili, tra i poli complementari di realtà e apparenza.
Silvia Bordini docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università La Sapienza di Roma, si è dedicata
all’analisi storico-critica dei fenomeni emergenti dell’arte elettronica pubblicando tra l’altro: Videoarte & arte.
Tracce per una storia, Roma 1995; Arte contemporanea e tecniche: materiali, procedimenti, sperimentazioni,
Roma 2007.

19/03/2011_Paola Nicolin racconta gli ultimi vent’anni
Gli ultimi vent’anni raccontati attraverso la relazione fra le pratiche artistiche e alcune delle mostre e dei
luoghi di sperimentazione espositiva che hanno fatto la storia recente modificando definitivamente le
modalità di produzione e visione dell’opera d’arte. Un percorso che, attraverso una serie di casi studio, come
la Biennale di Venezia, Manifesta, Documenta, il Palais de Tokyo a Parigi, ci condurrà all’interno del sistema
dell’arte di oggi.
Paola Nicolin docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università Luigi Bocconi di Milano, è Art editor
della rivista ABITARE. Nel 2007 ha conseguito a Venezia il Dottorato di Ricerca in Teoria e Storia delle Arti,
dopo essere stata Visiting scholar presso Harvard University e PhD student al MIT. Scrive per Artforum,
Mousse e Kaleidoscope. Fra le sue pubblicazioni: Palais de Tokyo. Sito di creazione contemporanea, Milano
2006.

16/04/2011_Claudio Zambianchi racconta la critica degli ultimi quarant’anni
Dagli anni Sessanta la critica si è assunta il compito di interpretare e chiarire i mutamenti nell’arte dopo la
crisi del Modernismo. Temi quali la smaterializzazione dell’oggetto artistico; il mutamento nella concezione
della superficie pittorica e del rapporto fra opera, processo e ambiente nonché la relazione fra cultura alta e
cultura comune sono stati lungamente dibattuti dalla critica, che assume in questi anni un nuovo ruolo nella
promozione dell’arte contemporanea.
Claudio Zambianchi docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università La Sapienza di Roma, si è
interessato di arte francese della seconda metà del secolo XIX e della cultura figurativa americana e
europea del secondo dopoguerra con particolare attenzione alla letteratura critica. Ha recentemente curato
Alle origini dell’opera d’arte contemporanea, Roma 2008.

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo
Via Guido Reni 4/A 00196 Roma al 16 aprile 2011
ogni terzo sabato del mese, ore 11.30-13.00
ingresso: € 4,00
Auditorium del MAXXI

Le categorie della guida