Questo sito contribuisce alla audience di

Cloroformio

Il Cloroformio ebbe un grande successo iniziale, ma ben presto si vide che presentava gravi effetti collaterali, nonché pericoli

Tricloruro di metile  CHCl3

Anestetico oggi in disuso per la sua tossicità

Si forma in presenza di luce o ad alte temperature per

reazione radicalica o a catena di radicali liberi, di alogenazione

Se l’alcano è di basso peso molecolare si possono verificare reazioni esplosive.


 
Un chimico di Liverpool propose a un celebre ostetrico, Simpson, di usare il cloroformio sulle partorienti. Questi, il 10 novembre 1847, alla Società medica di Edimburgo, comunicò di aver sperimentato un potente anestetico, il cloroformio, molto più attivo dell’etere. Il cloroformio fu chiamato anche l’anestesia della regina perché la regina Vittoria partorì il suo settimo figlio con l’anestesia cloroformica.

Ultimi interventi

Vedi tutti