Questo sito contribuisce alla audience di

Louis Appia in Italia

Louis Appia chirurgo militare e membro del Cicr visita nel 1859, dopo la battaglia di Solferino, gli ospedali di Torino e di Milano; il 10 luglio é a Brescia e Desenzano. Nelle lettere scritte[...]

Louis Appia chirurgo militare e membro del Cicr visita nel 1859, dopo la battaglia di Solferino, gli ospedali di Torino e di Milano; il 10 luglio é a Brescia e Desenzano.
Nelle lettere scritte all’amico Maunoir cita il numero enorme di amputazioni attuate dai chirurghi senza anestesia perché c’era stato un caso di morte dovuto proprio al cloroformio. I chirurghi somministravano solo cognac e rhum quando potevano averne a disposizione.
Al letto di ogni militare figurava la cartella clinica con i salassi praticati (fino a sei): era una terapia diffusamente accettata per alleviare la febbre e l’agitazione. Appia denuncia questa pratica che riduceva il militare ad una debolezza estrema, contro qualsiasi logica e senza speranza di miglioramento.

Ultimi interventi

Vedi tutti