Questo sito contribuisce alla audience di

Cronologia Italiana

Parte I Alto Medioevo 476-1000

476 Caduta dell’Impero Romano d’Occidente: Odoacre
depone Romolo Augustolo e si fa proclamare re dai
suoi soldati.

489-490 Teodorico, re degli ostrogoti, è inviato
dall’imperatore d’oriente Zenone in Italia contro
Odoacre e lo sconfigge più volte.

493-526 Teodorico, fatto uccide re Odoacre,
consolida il proprio dominio in Italia e sviluppa
una politica interna di accordo con i latini e
una politica esterna di predominio sugli altri
regni romano-barbarici, mediante alleanze e
accordi matrimoniali.

535-553 Guerra gotica. L’imperatore d’oriente,
Giustiniano, invia in Italia un esercito guidato
da Belisario e poi (551) da Narsete contro gli
ostrogoti. Gli ultimi re goti, Totila e Teia,
cadono in battaglia.

540ca San Benedetto, dopo fondato il
monastero di Montecassino (529ca), redige la Regula
che fornirà le premesse del monachesimo
occidentale.

553-568 Dominio bizantino in Italia.

569 I longobardi, guidati dal re Alboino,
scendono in Italia. Pavia diventa la capitale del
regno longobardo che comprende l’Italia
settentrionale e i ducati di Spoleto e Benevento.

574 Uccisione del re Clefi.

584 Autari viene eletto re dei longobardi.

590-604 Pontificato di Gregorio I Magno.

591-616 Regno di Agilulfo.

603 Gregono Magno conclude la pace fra longobardi
e bizantini e, grazie all’opera di persuasione di
Teodolinda moglie del re Agilulfo, inizia la
conversione al cattolicesimo del popolo
longobardo.

636-652 Regno di Rotari.

643 Editto di Rotari, prima codificazione del
diritto consuetudinario barbarico.

712-744 Regno di Liutprando.

728 Liutprando toglie ai bizantini Bologna e
Sutri, ma è indotto da papa Gregorio II a
ritirarsi e a donare Sutri al papato che
costituirà il primo nucleo del Territorio di
S.Pietro.

733-742 Liutprando in lotta contro i bizantini e
il papato occupa l’Emilia e le Marche, e assedia
Roma.

749 Astolfo, re dei longobardi occupa Ravenna e
la Pentapoli (750-751) e attacca i territori della
Chiesa.

754 Chiamato dal papa Stefano II(753) scende in
Italia il re dei franchi Pipino il Breve, che,
battuto Astolfo, lo costringe con la pace di Pavia a
restituire al papa le terre tolte ai bizantini.

756 Astolfo riprende le ostilità contro il papa
e assedia Roma. Pipino il Breve scende nuovamente
in Italia, sconfigge Astolfo e con il secondo
trattato di Pavia lo obbliga a rinunciare
all’esarcato e alla Pentapoli, che cede a sua volta al papa (donazione di
Pipino). Lo Stato della Chiesa si estende ora dal
ducato di Roma alle Marche e alla Romagna.

756-774 Regno di Desiderio.

772 Desiderio invade lo Stato della Chiesa.

773-774 Carlo, re dei franchi chiamato da papa
Adriano scende in Italia e fa prigioniero
Desiderio. Carlo viene proclamato re dei franchi
e dei longobardi.

800 Carlo Magno viene incoronato imperatore a
Roma: questo atto dà formalmente inizio al Sacro
Romano Impero.

814 Morto Carlo Magno gli succede sul trono
imperiale Ludovico il Pio (814-840).

817 Ludovico il Pio emana l’ordinatio imperii con
cui regola la propria successione.

827 Inizia la conquista araba della Sicilia,
conclusa nel 902.

840-855 Regno di Lotario.

843 Il trattato di Verdun, pone fine alla contesa
ereditaria tra i figli di Ludovico il Pio.
Lotario ottiene il possesso dell’Italia, della
Borgogna e della Lorena.

849 La vittoria navale bizantina di Ostia sui
saraceni argina l’avanzata musulmana.

855-875 Ludovico è imperatore e re d’Italia. Gli
succede dopo un’aspra lotta Carlo II il Calvo
(875-877), già re di Francia.

879 Carlomanno (877-880) re d’Italia e di Baviera
lascia il governo dell’Italia al fratello Carlo
il Grosso.

881 Carlo III il Grosso è re d’Italia e
imperatore.

887 Deposizione di Carlo il Grosso e
disgregazione dell’impero carolingio.

888 Il Regno d’Italia passa a Berengario I del
Friuli, nipote di Ludovico il Pio.

889 Berengario è sconfitto da Guido, duca di
Spoleto, e si ritira nella marca del Friuli.

891 Guido di Spoleto è incoronato imperatore e
il figlio Lamberto gli viene associato come re
d’ltalia e come imperatore (892)

896 Arnolfo di Carinzia sceso in Italia contro
Lamberto di Spoleto, è incoronato a sua volta
imperatore da papa Formoso.

899 Scomparsi Arnolfo e Lamberto, Berengario si
riprende la corona d’Italia, ma viene sconfitto
dagli ungari sul Brenta.

900 Ludovico, re di Provenza, chiamato dai
signori italiani contro Berengario, è incoronato
re d’Italia, ma è poi vinto da Berengario (905).

915 Incoronazione imperiale di Berengario a
Roma. Battaglia del Garigliano: una lega di forze
bizantine, papali e longobarde condotte dal papa
Giovanni X sconfigge i saraceni e distrugge la
loro base.

921 I grandi feudatari italiani si ribellano a
Berengario e chiamano in Italia Rodolfo II di
Borgogna, che sconfigge Berengario e si fa
nominare re d’Italia (923).

924 I feudatari italiani abbandonano Rodolfo II e
si appellano a Ugo di Provenza.

926 Ugo di Provenza scende in Italia contro
Rodolfo che si ritira, permettendogli di ottenere
la corona del Regno d’Italia (926-946).

948 Muore Ugo di Provenza lasciando erede il
figlio Lotario.

950 Alla morte di Lotario di Provenza, Berengario
d’Ivrea suo ministro viene incoronato re.

951 Ottone I di Sassonia, re di Germania, scende
in Italia per sostenere i diritti di Adelaide
vedova di Lotario, e, battuto Berengario assume
il titolo di re dei franchi e degli italici.
L’anno successivo concede l’investitura regia a
Berengario II e al figlio Adalberto.

962 Ottone I, sceso in Italia chiamato dal papa
Giovanni XII contro Berengario II (961), viene
incoronato imperatore. Con il privilegium
Othonis
, l’impero rivendica il controllo
sull’elezione del pontefice.

963 Giovanni XII viene deposto.

964 Berengario è catturato ed esiliato da
Ottone.

967 Dopo aver fatto incoronare coimperatore il
figlio Ottone II, Ottone I tenta di annettere
l’Italia meridionale.

983-1002 Regno di Ottone III.

Le categorie della guida