Questo sito contribuisce alla audience di

Stallo sull’isola di Hainan

Ancora in mano cinese il ricognitore USA con l’intero equipaggio

Un EP-3E Aries II in volo

Nonostante l’intervento del presidente George W. Bush, i ventiquattro militari USA, equipaggio del quadriturboelica EP-3E atterrato il 1° aprile sull’isola di Hainan, sono tuttora trattenuti dalle autorità cinesi.

Il Lockheed EP-3E Aries II, derivato dal pattugliatore marittimo Orion, è una sofisticata variante con compiti di ricognizione elettronica.

Secondo fonti ufficiali di Pechino, tutte da verificare, il velivolo dell’U.S. Navy avrebbe effettuato una brusca manovra, urtando uno dei due caccia F-8 decollati per intercettarlo in acque internazionali nel Mar Cinese meridionale. Tuttavia pare piuttosto improbabile che un lento quadrimotore come l’EP-3 possa compiere simili manovre ai danni di un piccolo e maneggevole aereo da caccia.

Nei 15-20 minuti tra impatto ed atterraggio forzato sull’aeroporto militare di Lingshui, gli addetti ai sistemi sarebbero riusciti a distruggere secondo la “emergency destruction procedure” tutta la strumentazione sensibile.

Fonti Fotografiche

U.S. Navy

Ultimo Aggiornamento: 02/08/2002