Questo sito contribuisce alla audience di

Dardanelli, 18 Marzo 1915

Le mine fermano l'attacco navale anglo-francese

La flotta britannica nei Dardanelli

Località

Stretto dei Dardanelli (Turchia).

Guerra e Campagna

Prima guerra mondiale, 1914-18.

Campagna di Gallipoli, 1915-16.

Obiettivi

Gli anglo-francesi erano intenzionati a forzare lo stretto dei Dardanelli per poter raggiungere la Russia attraverso il Mar Nero e contemporaneamente rendere Istanbul vulnerabile ad un attacco, con la speranza di costringere la Turchia a disimpegnarsi dal conflitto.

Il piano navale per aprire il passaggio prevedeva l’eliminazione dei forti e dei campi minati posti a difesa dello stretto.

Forze in Campo

Alleati: 17 corazzate (di cui 4 francesi) e 1 incrociatore al comando dell’ammiraglio di squadra britannico Sir John de Robeck.

Impero Ottomano: una serie di fortificazioni su entrambe le sponde dello stretto e campi di mine navali.

Perdite

Alleati: 3 navi affondate dalle mine (le corazzate Bouvet, HMS Irresistible e HMS Ocean) e altrettante seriamente danneggiate.

Impero Ottomano: sottoposti ad un pesante bombardamento i principali forti furono messi a tacere.

Risultati e Conseguenze

Erroneamente convinto che un ulteriore tentativo navale non avrebbe portato al successo, il comando alleato optò per un attacco terrestre, con conseguenze disastrose.

Fonti Fotografiche

Alister Greenway

Ultimo Aggiornamento: 20/05/2001