Questo sito contribuisce alla audience di

Aspern-Essling, 21 maggio 1809

S'infrange sul Danubio l'offensiva napoleonica

Località

Villaggi sulla sponda settentrionale del Danubio a est di Vienna (Austria).

Guerra e Campagna

Guerra tra Austria e Francia, 1809.

Campagna del Danubio.

Comandanti Rivali

Francia: l’Imperatore Napoleone I.

Austria: l’Arciduca Carlo.

Obiettivi

Dopo aver occupato Vienna il 13 maggio, Napoleone cercò lo scontro risolutivo con l’esercito avversario che si trovava sulla sponda opposta del Danubio, ma gli austriaci contrattaccarono con prontezza l’improvvisata testa di ponte.

Forze in Campo

Francia: da un minimo iniziale di 23.000 a oltre 60.000 uomini e 144 cannoni.

Austria: circa 95.000 uomini e 264 cannoni.

Perdite

Francia: circa 21.000 tra morti e feriti e 3 cannoni.

Austria: 23.340 tra morti e feriti e 6 cannoni.

Risultati e Conseguenze

Costretto a ritirarsi sulla sponda meridionale del Danubio il 22 maggio dopo aver subito pesanti perdite, Napoleone fu obbligato a ripianificare la battaglia con maggiore accortezza.

La morte del valoroso maresciallo Lannes e di altri validi comandanti, come i generali St. Hilaire e d’Espagne, rappresentò una perdita grave per le forze francesi.

Ultimo Aggiornamento: 21/06/2001