Questo sito contribuisce alla audience di

Brunia

Indumento militare

Pesante giaccone di cuoio ricoperto di lamelle metalliche, il più importante
indumento nell’equipaggiamento del cavaliere carolingio.
La brunia era così
costosa che solo i combattenti più ricchi potevano permettersela. Un’ordinanza
imperiale la rese obbligatoria per chi disponeva di almeno dodici famiglie di
lavoratori (805).
In seguito la brunia fu fornita dal governo e dai vertici
del clero anche a chi aveva minori mezzi economici. 
Secondo gli
storici l’esercito di Carlo Magno poteva contare su qualche migliaio di
caballari così equipaggiati, una sorta di cavalleria corazzata, che in battaglia
doveva avere un notevole impatto sul nemico durante una carica frontale.
Con
leggi ad hoc Carlo impose ai mercanti il divieto di vendere armi fuori dai
confini del regno. L’armamento dell’esercito, che fino ad allora era lasciato
all’iniziativa dei privati cittadini, passava così sotto il controllo diretto
dello stato.

Ultimo Aggiornamento: 17/12/2006