Questo sito contribuisce alla audience di

Pretori Romà

Tarragona, Catalogna (Spagna) - 20 agosto 2006

Nei pressi della via Augusta, all’interno dell’antica cinta muraria, sorge il Pretori Romà (I sec. a.C.), imponente palazzo fortificato ove Augusto dimorò per il clima mite del luogo anche nella stagione invernale. All’epoca delle guerre cantabriche la capitale dell’Hispania Tarraconensis contava oltre 3.000 abitanti e si estendeva su 60 ettari.

L’imperatore non mancò di abbellirla con splendidi monumenti ed edifici, favorendone la crescita architettonica e culturale.

Con il progressivo ed inarrestabile indebolimento politico e militare dell’Impero di Roma, Tarragona divenne terra di conquista per gli eserciti dei barbari, in particolare franchi e alemanni e nel 469 passò sotto il controllo dei visigoti.

Gli arabi la distrussero completamente nel 716 e il territorio rimase conteso tra mori e cristiani per diversi secoli. La situazione andò migliorando solo con la Reconquista (1492).

La costruzione oggi ospita il Museu d’Historia de Tarragona con numerosi reperti d’epoca romana.

Ultimo aggiornamento: 27/12/2008