Questo sito contribuisce alla audience di

Assi Tedeschi

Supplemento ad Aerei nella Storia N.63 Dicembre-Gennaio 2008

In 64 pagine molto illustrate le biografie dei principali assi tedeschi della Seconda guerra mondiale a partire dal più vittorioso di tutti i tempi, Erich Hartmann, con 352 abbattimenti confermati.

La copertina della monografia è dedicata quasi per intero al berlinese Hans-Joachim Marseille con 158 vittorie all’attivo. Fu il pilota della Luftwaffe di maggior successo nel teatro di guerra africano nel 1941-42 e perciò fu ben presto ribattezzato la “stella d’Africa”.

L’immagine, una foto d’epoca evidentemente ricolorata, dovrebbe essere stata scattata in occasione delle vittorie numero 49 e 50, ottenute il 21 febbraio 1942 abbattendo due P-40 Kittyhawk del No. 112 Squadron RAF. Il giorno successivo fu conferita al giovane asso del 3./JG27 l’ambita Ritterkreuz (Croce di Cavaliere).

Diciamo dovrebbe riferirsi a tale episodio, perché l’abbiamo cercata invano sfogliando vari libri di riferimento sull’argomento.

Sulla sinistra si può notare il rosso timone di coda con ancora 48 vittorie registrate. L’aereo pilotato in quel periodo dal Leutnant Marseille era il Messerschmitt Bf 109F-4/Trop “Yellow 14″ W.Nr 12593 con base a Martuba (Libia).

Oltre ai protagonisti della caccia diurna, alcune pagine sono dedicate ai “falchi della notte” e agli assi della campagna d’Italia.

Marco Mattioli, Assi Tedeschi, West-Ward Edizioni, 64 pagine, € 6,80. ISSN 1591-1071

Ultimo aggiornamento: 28/12/2008