Questo sito contribuisce alla audience di

Musée du Mur de l'Atlantique - Museo del Vallo Atlantico

Ouistreham, Normandia (Francia) - 3 giugno 2004

Il cosiddetto “grand bunker”, una fortificazione eretta dai tedeschi in posizione dominante nei pressi di Ouistreham, ospita oggi il Museo del Vallo Atlantico. Completamente restaurata, è una possente torre di calcestruzzo alta ben 17 metri.

All’epoca dell’invasione vi risiedeva il comando delle batterie costiere nell’area dell’estuario del fiume Orne.

Il 6 giugno un gruppo di commandos franco-britannici tentò di avvicinarsi al bunker, ma fu respinto dall’intenso fuoco di mitragliatrici tipo MG e da numerosi lanci di Stielhandgranate 24, le granate col manico utilizzate dai tedeschi.

Solo tre giorni dopo l’infruttuosa azione, fu ordinato al tenente canadese Bob Orrell, appartenente ai Royal Engineers, di attaccare la fortificazione ancora in mano tedesca, una seria minaccia per le truppe alleate sbarcate a Ouistreham.

In quattro ore, utilizzando cariche esplosive per scardinare le porte corazzate d’accesso, Orrell e i suoi uomini ebbero ragione della guarnigione, una cinquantina di soldati con due ufficiali in comando.

Intervistato dalla BBC pochi giorni prima del 60° anniversario dello sbarco (2004), l’ufficiale ricordò così l’azione che lo vide protagonista: “[…] I also worked as a Reconnaissance Officer and took 53 German prisoners from the control room for the guns on the beaches. They’d been hiding there for three days when we found them by blowing up the steel doors. The building is now a museum”.

Nel cortile interno sono presenti numerosi veicoli d’epoca e il simulacro di una bomba volante V1.

Referenze fotografiche: Archivio Mazzanti

Ultimo aggiornamento: 16/03/2009

Depliant, fronteDepliant, retro