Questo sito contribuisce alla audience di

Liz Smith

La regina del gossip americano, è stata licenziata a 86 anni dal New York Post, dopo trent’anni di capricci e scandali garbati, la testata giornalistica le ha comunicato la notizia e la relativa motivazione: causa tagli alle spese.

Nella sua carriera Liz ha collaborato con Cosmopolitan, New York Daily News e con programmi televisivi ma è soprattutto per la rubrica sul Post, di proprietà di Murdoch, che ha avuto molte soddisfazioni, dalla lunga intervista a Ivana Trump in pieno divorzio miliardario, all’esito trionfale nel 2000 della sua autobiografia Natural Blonde finita tra i best seller del N.Y. Times.

A ottantasei anni non rinuncia ai capelli biondo champagne e al rossetto e una buona dose di ironia che le fa dire che è elettrizzante essere licenziati alla sua età. Non si è demoralizzata, fa sapere che non è una reliquia del passato e che i tabloid possono fare a meno di lei, passa al web dove sicuramente è più adatto a seguire, in tempo reale, le evoluzioni del gossip.

L’anno scorso ha fondato con W. Goldberg e C. Bergen il sito The Woman on the Web, un portale che si occupa di economia, politica, cultura e moda tutto al femminile, e ora ha intenzione di trasferirci la sua rubrica di gossip. Intanto adesso avrà uno spazio sul Daily Variety e ha firmato un contratto con Contributing editor per la rivista Parade continuerà a scrivere i suoi articoli per cinque giorni la settimana.

Con tanti saluti al New York Post che a quanto sostiene la nostra arzilla connetta non le si è adattato perché non è un giornale di New York, lei invece ama la città ed è una vera newyorkese dal 1949. I nostri cari auguri ad altri anni di gossip e tutta la nostra ammirazione per la tenacia e la voglia continua di andare avanti, nonostante le avversità ed un età che per molti rappresenterebbe la pensione. Siamo tutte con te Liz!

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti