Questo sito contribuisce alla audience di

Petra

Petra nasce nel 1959 in Germania, ad Heillbron, una città industriale vicino a Stoccarda. Il suo sogno era viaggiare, conoscere tante persone ed incontrare l’amore, un amore forte che durava tutta la vita.

Un sogno adolescenziale che sembra prendere vita quando conosce un ragazzo italiano, dopo due anni di viaggi tra la Germania e Milano, Petra prende la decisione di trasferirsi in Italia e di iniziare a costruire la sua famiglia ed il suo futuro. Lavora come interprete e come traduttrice di testi letterarli, occasionalmente viene richiesta la sua collaborazione in aziende; presto pubblicherà un libro in Germania di cui ha acquistato i diritti.

Il tempo passa, sembra che il sogno si stia realizzando ma, qualcosa si spezza e l’incantesimo in cui credeva si volatilizza e sente che davanti a lei si apre un vortice, profondo e nero che l’attira nella dipendenza. Bisogna avere coraggio per trovare la strada per uscire e ce ne vuole molto di più per superare le difficoltà e riuscire a rivedere le farfalle che volano nei prati, ci vuole davvero un anima nobile per guardarsi indietro e sentire di aver lasciato alle spalle un passato di sofferenza.

Petra oggi si sente come una farfalla che è tornata a volare o forse potremmo immaginarla come una Fenice che risorge dalle ceneri, lei si racconta così: “Sono trascorsi degli anni, trascorsi come corre il treno, velocemente, ne sono passati già quindici. 15? Quindici anni da quando?
Da quando ho subito il trauma che ha segnato la mia vita e ha cambiato tutto. Non veloce come il treno ma piano piano, giorno dopo giorno, la mia autostima si è persa nel nulla. Così piano che non me ne sono neanche accorta, o meglio, mi sono accorta quando era quasi troppo tardi. Il vortice mi stava già tirando giù, fino in fondo e senza via di scampo.

Entrano in scena quelle persone valide che ti danno un’enorme sostegno per scappare fuori dal vortice … amici, terapeuti… poi il ricovero durato quasi due mesi. Rifletto: mi io, dove sono, perché sono qui, che cosa mi ha portato qui?
Voglio uscire e ricominciare come un’altra persona. Non è vero. Voglio uscire come Petra che è andata persa nei lunghi anni di terrore, sofferenze, incomprensioni, incapacità di reagire, fughe dal mondo reale … rimanendo una larva.
Ce l’ho fatta! Oggi sono Petra con tutti i suoi difetti ma sono io – la larva è diventata farfalla. E vola.”

Petra oggi guarda il futuro ed inizia ad immaginarlo ancora una volta, inizia a costruire il suo domani. Ce l’ha fatta, è una donna nuova con tanta voglia di fare, altre prove difficili la attendo ma sa di contare su amicizia vere, con stima reciproca ed ha imparato a selezionare ciò che la circonda.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti