Questo sito contribuisce alla audience di

L’aggressività chirurgica

Altri tipi di aggressività

L’aggressività è la vita stessa: perché costituisce l’energia di trasformare che dà all’individuo la forza di estirpare, di allontanare, d’inibire, di sopprimere ciò che lo minaccia.
O meglio, ciò che egli sente come una minaccia.
Ed è proprio qui che emerge il potenziale nefasto dell’aggressività.
Infatti, come per tutte le forze di cui dispone l’essere umano, dell’aggressività se ne può fare un buono oppure un cattivo uso.
Come si dire che si tratta di una medaglia che mostra un diritto e un rovescio, un lato produttivo e un lato degenerativo.
In quanto strumento emotivo a finalità inibitoria, l’aggressività è come un artiglio che taglia via ciò che disturba, ciò che minaccia.Solo che il fattore turbativo può essere, e di solito è, soltanto una parte dell’oggetto verso il quale si attiva istintivamente, e globalmente, la corrente di ostilità. Oppure può trattarsi di una causa di disturbo della quale non si riconoscono le potenzialità di progresso, e che viene giudicata avversa solo per il turbamento immediato che ingenera.
Ad esempio, è nei riguardi solo della sua pigrizia che una madre s’incollerisce col figlio lazzarone, anche se spesso il suo giudizio reificante annette l’interezza dell’oggetto della veemenza inibente, della sua volontà di soppressione.
Così il ragazzo può sentirsi rifiutato come persona, e non come latore di una parte improduttiva, che sarebbe proprio il caso di estirpare, di rimuovere, perché danneggia realmente l’efficienza e la progressione generale. Salvando però tutto il resto.
Queste, sono le sensazioni che molti genitori e insegnanti instillano nell’animo dei ragazzi, per il fatto che non sanno circoscrivere con le parole e con la loro disposizione d’animo il difetto da aggredire. Atteggiamento che inoltre richiede nell’immediato o in altri frangenti, che vengano anche sottolineate le risorse potenziali e il talento pregresso di chi ha subito il rimprovero, così da suggerirne il recupero.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati