Questo sito contribuisce alla audience di

Il Generatore di energia personale

Una semplice tecnica per attingere a più energia e motivazione quando occorre o si desidera

Entra in GIARDINO secondo la modalità che già conosci;

Quando sei pronto lascia che la tua mente trovi negli archivi della tua memoria una tua esperienza che ti ha trasmesso molto piacere e carica fisica. Qualcosa che quando l’hai vissuta, anche se per poco tempo, hai esclamato qualcosa tipo .”Ce l’ho fatta!“, oppure “E vaiiii” od anche “Siiiiiii!” (ripeto: qualsiasi esperienza) :-)purché sia una esperienza ecologica (cioè non fa male ne a te ne agli altri) e comprenda e coinvolga i tuoi canali visivo, auditivo e cinestetico.
Se credi di non avere questo tipo di esperienza, costruiscitela con l’immaginazione del tipo: “Stai per lanciarti da un ponte attaccato ad una corda elastica”. Oppure stai per fare un lancio con un paracadute dall’aereo ed immaginati di farlo partecipando veramente (ricorda, per la mente è tutto vero). L’importante è che tu scelga una situazione che ti dia quanta più carica ed intensità possibile coinvolgendo quanti più sensi possibili (questo è il vero segreto di moltissime tecniche che funzionano)

Guarda bene questa scena ed associati, mettiti dentro la scena pensando che stai aumentando l’intensità velocemente fino al tuo massimo (puoi stabilire un tuo valore numerico che definisca il limite tuo massimo e raggiungilo…e superalo fino a quando puoi)

Alzati in piedi e pur mantenendo ancora gli occhi chiusi, assorbi tutte le emozioni positive, le scariche di adrenalina che scorrono nel tuo corpo e proporzionalmente all’intensità che provi, stringi due dita, polpastrello contro polpastrello mantendo questa tenzione per qualche secondo e mentre stringi le dita ripetiti la tua parola di potenza, quella che ti viene spontanea quando raggiungi un otimo stato di benessere psicofisico.

Rilascia le dita, apri gli occhi guardando per qualche secondo dei punti chiari intorno a te (una parete, il soffitto, ecc) e mentre stai facendo questo fatti un apprezzamento con una parola per te significativa, tipo “Bravo/a; Ok; Bene; Ottimo e nota che nella tua mente e nel tuo corpo è avvenuto un deciso miglioramento.

Ripeti il ciclo diverse volte, (fino anche a 10 volte), esagerando nell’interpretazione ed associazione positiva all’evento rappresentato. Più intensamente effettuerai l’esercizio più efficace diventa.

Alla fine dei cicli, quando ti senti soddisfatto, esci dal Giardino

Da questo momento quando lo vorrai, puoi usufruire del “generatore” di energia personale, stringendo le dita, le stesse dell’esercizio con la stessa intensità e ripetendoti la stessa parola.

Questo gesto diventerà un interruttore che attiverà uno status di energia e benessere.
Nel tempo, ripetendolo, diventerà sempre più veloce ed efficace.

Così facendo hai creato un’associazione.

Tutto in questo esercizio è collegato. Nei seminari che tengo, inserisco il Firewalking, la pirobazia, anche per creare un’esperienza potente a cui poter attingere ogni volta che le persone rifanno il gesto, si ripetono la “parola di potenza” e vedono (nella mente) la scena. L’emozione in questo caso è molto forte e condensata in pochissimi secondi, in quanto si deve affrontare qualcosa che a livello molto profondo ha a che fare con ataviche memorie: il fuoco. Ecco perché l’esercizio “funzioni” al massimo è importante che tu riviva nella mente un’esperienza forte.

Oppure puoi costruirti o intensificare ancora di più il tuo “Generatore di energia personale” ogni volta che vivi una esperienza forte e positiva. Nel momento culmine…zac…stringi le dita,un respiro profondo e via. Diventa un riflesso condizionato: ogni volta che fai il gesto riporti nella mente e nel corpo, le emozioni (memorie)collegate.

ComPrendi quanto è importante tutto questo? A quali applicazioni ti può portare? Che si possono istaurare “interruttori” per tante cose..compreso la nostra persona nei confronti degli altri?

Per adesso fermiamoci qui! Prendi il tuo “Quaderno Personale” e riporta le tue considerazioni”

Queste conoscenze mi hanno insegnato che…

Passaggi chiave: Condizionamenti - Ancoraggio - Associazione - Riflesso condizionato - Emozioni - Razionalità - Ripetitività - ………………………..