Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimissime da ManagerZen

SEGNALE n° 195 _uacct = "UA-815612-1"; urchinTracker();

INDICE

 

- LIBRO: “In un batter di ciglia. Il potere segreto del pensiero intuitivo” di Malcolm Gladwell
- EVENTI: 1° Festival della decrescita felice dal 27 al 29 ottobre a Colorno (PR)
- MANAGERZEN: collaboratore free-lance cercasi/le serate a Roma e a Milano/online la video-intervista al TG3
- IMPRESA CREATIVA: “Visionari” di Eugenio Guarini
- I CHING DEL MESE: Esagramma 20 - Guan. Il Vedere. L’Osservare. La contemplazione - A cura di A. Biggio

********************************************
- LIBRO: “In un batter di ciglia. Il potere segreto del pensiero intuitivo” di Malcolm Gladwell

 

“… ci è stato insegnato che, prima di operare una scelta o di formulare un giudizio, è preferibile raccogliere e vagliare con cura il maggior numero di informazioni. Esiste però un’altra forma di conoscenza, tanto trascurata dalla teoria quanto universalmente praticata nella vita di tutti i giorni: quella prima, fugace idea che ci facciamo di qualcuno o di qualcosa e che ci spinge a dire, «in un batter di ciglia», se possiamo fidarci della persona appena incontrata, o se un ambiente che non conosciamo è più o meno pericoloso. Tale attività di «cognizione rapida», che si svolge dietro «la porta chiusa dell’inconscio» e che si rivela spesso un indispensabile strumento di interpretazione della realtà, soprattutto nei momenti d’emergenza, ha però un lato oscuro. La fretta e i pregiudizi, infatti, possono indurre uno stato di improvviso accecamento che fa associare, per esempio, l’altezza alla capacità manageriale o il colore della pelle alla criminalità. Malcolm Gladwell analizza, alla luce delle più recenti conquiste delle neuroscienze e della psicologia, che cosa si nasconde dietro quella spontaneità di giudizio che consente di individuare «nei primi due secondi», senza bisogno di molti dati e di grandi teorie, l’ordine nel caos. E lo fa con lo stile brillante del giornalista, ovvero calando le astrazioni della ricerca scientifica nel quotidiano e argomentando le sue tesi attraverso gustosi aneddoti e una galleria di personaggi singolari”
[Tratto da Efira.com]

 

http://www.managerzen.it/?option=com_booklibrary&task=view&id=223&Itemid=30

********************************************
- EVENTI: 1° Festival della decrescita felice dal 27 al 29 ottobre a Colorno (PR)

 

Per i non addetti il termine “decrescita” potrebbe suonare vagamente negativo: qualcosa che ha a che fare con crisi, contrazione, riduzione, impoverimento… il contrario insomma di tutto quello che evoca la parola “crescita” sia essa economica, sociale o umana. Chi segue questo movimento sa, tuttavia, che non è così.  La decrescita felice propone un nuovo modello di sviluppo che si basa su un principio economico diverso e che si potrebbe riassumere così: “massimizzare il benessere, ottimizzando i consumi”. Un movimento, quindi, che si contrappone ad un cero modello di capitalismo occidentale che vuole: “massimizzare i consumi, ottimizzando la produzione”.
Per poi accorgersi che un consumo equo che soddisfa i bisogni ed evita gli sprechi può produrre realmente un maggiore benessere in termini di convivialità, riduzione dell’inquinamento, solidarietà, comunità. Vista così, la “decrescita felice” sembra una grossa opportunità di crescita!
“Una vetrina delle migliori buone prassi ambientali su risparmio energetico, mobilità sostenibile, acquisti verdi, nuovi stili di vita, consumo critico, riduzione produzione dei rifiuti. Un’idea diversa di economia e comunità, declinata negli interventi di Maurizio Pallante, Paolo Cacciari, Paolo Cento, Salvatore Amura, Franca Rame, Ignazio Garau, Francesco Gesualdi, Jacopo Fo, Padre Ottavio Raimondi, e tanti altri.[…]Una tre giorni imperdibile per affrontare il tema della decrescita dal punto di vista di chi ogni giorno, in silenzio, la fa!”

 

http://www.managerzen.it/eventi/eventi/festival_della_decrescita_felice.html

 

********************************************
- MANAGERZEN: collaboratore free-lance cercasi/le serate a Roma e a Milano/online la video-intervista al TG3

 

Annuncio:

 

Con oltre 1.000 visitatori unici al giorno e la newsletter inviata a 7000 lettori effettivi.. nonchè fedeli e appassionati, possiamo dire con orgoglio che il nostro portale, si afferma nel suo piccolo come efficace strumento di web-marketing. Un micro-mercato del web, utilizzando l’espressione di Christopher Locke nel suo “Gonzo Marketing”. Gli annunci su ManagerZen trovano riscontro: gli inserzionisti pare siano contenti e ripetono l’investimento. Ma sono ancora pochi! … e la redazione, la manutenzione e lo sviluppo del sito costano.
Per continuare e migliorare abbiamo bisogno di più sponsor ed inserzionisti “selezionati”… e di qualcuno che ci aiuti a trovarli: un esperto di web-advertising, ovviamente appassionato di internet, sensibile alle nostre tematiche. Se ci leggi e sei interessato, scrivi alla nostra redazione: redazione@managerzen.it

 

Reminder:

 

Mar. 24 ottobre a Roma con AIF e Babele “Sherazade incontra la Sibilla”
http://www.managerzen.it/incontri_associazione/incontri_managerzen/roma_-sherazade_incontra_la_sibilla.html

 

Gio. 26 ottobre allo Spazio Sirin incontro con Andrea Biggio e “I Ching”
http://www.managerzen.it/incontri_associazione/incontri_managerzen/incontrare_li_ching_-_il_libro_dei_cambiamenti.html

 

News:

 

On-line il video del servizio del TG3 sul CD di ManagerZen svoltosi a Rimini giovedì 20 luglio (meglio tardi che mai)
http://www.managerzen.it/incontri_associazione/incontri_managerzen/video_del_consiglio_direttivo.html

********************************************
- IMPRESA CREATIVA: “Visionari” di Eugenio Guarini

 

“Risultava subito chiaro che non si trattava di trovare operazioni di marketing con effetti speciali. Loro volevano molto di più. Uno di questi fa il costruttore, lui aveva da sempre una passione per la casa. Lui diceva che ci sono i vincoli, i costi, insomma l’esistente. Ma c’è altro. Lui diceva: c’è la visione.
Io gli avevo appena parlato del bosco, della mia esperienza nel bosco. La chiamavo architettura boschiva. E lui se ne esce in questo modo…”

 

http://www.managerzen.it/le_rubriche_di_managerzen/impresa_creativa/visionari.html

 

********************************************
- I CHING DEL MESE: Esagramma 20 - Guan. Il Vedere. L’Osservare. La contemplazione - A cura di A. Biggio

 

L’ideogramma  è composto di due parti. A destra un uomo rappresentato da un grande occhio con le gambe, che richiama l’idea di un vedere cosciente e consapevole, quindi il mondo diurno (esteriore). A sinistra una civetta (rapace notturno simbolo di saggezza, in Cina come in Grecia) capace di vedere nell’oscurità le cose abitualmente invisibili per gli altri esseri, quindi tutto il mondo notturno (interiore).

 

http://www.managerzen.it/i_ching_del_mese/i_ching_del_mese/il_vedere_la_contemplazione_-_ottobre_2006.html

 

********************************************

 

Ad Alcatraz siamo stati proprio bene: Grazie Jacopo! e grazie a tutti!
In arrivo novità…
ciao ciao

Redazione ManagerZen
www.managerzen.it

*********************************************

 

Shopper biodegradabili dal 2010!

 

La Commissione Ambiente della Camera dei Deputati ha approvato un emendamento alla Finanziaria 2007 che prevede, dal primo gennaio 2010, l’obbligo per negozi e supermercati di sostituire gli shopper in plastica con borse biodegradabili, “che privilegino l’utilizzo di materie prime di origine agricola” (il mais, ad esempio). In Italia si stima che vengano prodotte ogni anno circa 300mila tonnellate di shopper di plastica, pari a 430mila tonnellate di petrolio consumate, con un emissione di CO2 in atmosfera di circa 200mila tonnellate. Anche in Francia le vecchie buste saranno bandite dal 2010, mentre in Sudafrica sono vietate già dal 2003.
(Tratto da Cacao - Fonte: Ansa Ambiente)

 

Nel frattempo partecipate alla “Campagna zero sacchetti“. Ecco alcuni consigli pratici:
- utilizzate shopper di stoffa/scatoloni per la spesa al supermercato
- tenete in borsa, in auto, in valigia sacchetti e sportine riciclate (abbiamo le case piene)
- quando il negoziante vi porge il prodotto nella sportina di plastica: dite “no grazie, può tenere il sacchetto”
- i libri acquistati in libreria e altri piccoli oggetti possono stare tranquillamente in borsa

 

Con questi piccoli accorgimenti in una mattina al mercato potete risparmiare fino a 10 buste e bustine di plastica!! buona spesa ecologica

Argomenti