Questo sito contribuisce alla audience di

Regionale Puglia 2010

Resoconto finale

Si è disputato sabato 1° Maggio a Tricase (Le) il Campionato Regionale di Combattimento Senior organizzato dal Comitato Regionale FITA Puglia e dall’Associazione Sportiva Taekwondo D’Amico.
Data la scarsa affluenza causata dalla coincidenza della competizione con la festività, i quadrati allestiti all’interno del palazzetto sono due.
La gara segna un’importante pagina inerente l’evoluzione del taekwondo pugliese e la sua omologazione ai criteri internazionali: si tratta infatti della prima competizione regionale (in Puglia) che vedrà l’utilizzo delle corazze elettroniche DaeDo TK Strike.
Diverse le società presenti: Olimpico Lecce, TKD Perulli, Gold Team Brindisi, Dellino Team Molfetta, Koryo Bari, Fisic Center Bitonto, Butterfly Turi, Jungshin Putignano e molte altre.

Ma passiamo al taekwondo combattuto: nella -74kg nere trionfo per Sabino Grillo (Olimpic Studio La Guardia, Cerignola) dopo una finale disputata contro Russo (C.S. Vigili del Fuoco, Calabria) e dopo una semifinale che lo ha visto opposto a Tiziano Palma (Olimpico Lecce). Il successo pugliese conferma il momento di grande forma dell’atleta cerignolano. Successo nella -68kg per Steeven Baglivo (New Martial Mesagne). Il figlio d’arte trionfa dopo una finale ostica contro il monopolitano Angela Menna (Olimpia Taekwondo Monopoli) che, pur perdendo, ha mostrato spunti di ottimo taekwondo, nonchè ampi margini di crescita.
Torna ad avere un campione regionale nelle cinture nere anche Bari grazie all’oro di Claudio Gualberto (Koryo Taekwondo Bari) nella -80kg e protagonista di un’avvincente semifinale nella quale si è imposto contro Barone (Aerobic Club).
Rivelazione della -87kg sicuramente, è Fabio Abbinante (Kim Yu Sin) che batte Tiziano Palmisano in semifinale ma soccombe all’esperienza di Giacomo Palma (Olimpico Lecce) nell’incontro valevole il titolo.
Da sottolineare la finale della -54kg tra Pasquale Stano e Dario Chiaramida. Ad aggiudicarsela è il primo, ma ciò che ha davvero incantato è il talento del secondo. Bravissimi entrambi. Come non citare, inoltre, l’oro di Francesco Palma nella -58kg a spese di Danilo De Furia (C.S. Vigili del Fuoco, Calabria) e quello di Danilo di Maggio (New Martial Mesagne) nella -63kg su Manuel Alessandrini (C.S. Vigili del Fuoco, Calabria).
Nelle categorie femminili, su cinque finali previste una sola è quella che si è disputata a causa della scarsa affluenza. Marianna Forina (Olimpic Studio La Guardia, Cerignola) trionfa su Elisabetta D’Amore (Koryo Bari).
Classifica per società (cinture nere) - 1. Olimpico Lecce; 2. New Martial Mesagne; 3. Olimpic Studio La Guardia; 4. Koryo Taekwondo Bari

Nella classifica per società riservata alle cinture colorate trionfa il Team Perulli (Lecce) seguito da Taekwondo Club Terlizzi, Champions Galatina e Kim Yu Sin.

Diversi gli episodi oggetto di consulto arbitrale dovuti alla mancata assegnazione dei 3 punti previsti per il calcio al volto. E’ il caso di due combattimenti in particolare, entrambi nelle cinture colorate: il primo nella categoria gialle/verdi -63kg, dove un atleta non si è visto attribuire ben cinque calci, l’ultimo dei quali ha anche causato un piccolo incidente (per un totale di 15 punti); il secondo nella finale della -58kg blu/rosse, dove al barese Giacomo Nocerino, non ne sono stati conteggiati tre.
Un regionale sicuramente diverso dai soliti, sia da un punto di vista logistico (immaginiamo le difficoltà che alcune società avrebbero incontrato nel raggiungere Tricase, per di più in occasione del 1° Maggio) ma anche sotto un aspetto organizzativo, dato che l’introduzione delle corazze elettroniche ha certamente segnato un passo importante, ma ha anche messo in luce diversi problemi legati all’uniformità dei metodi di giudizio.