La visione olistica

Per secoli Oriente ed Occidente sono rimasti separati da visioni diverse della realta' e dell'esistenza. In Occidente l'ipersviluppo della dimensione intellettuale ha determinato l'indubbio beneficio dello sviluppo scientifico e tecnologico ma l'impoverimento della dimensione esistenziale e la perdita di una visione "olistica" della vita.

Il termine “olistico

deriva dal greco “olos”, ovvero “il tutto”. La visione “olistica” e’ quindi una visione globale dell’essere umano in quanto tale e delle sue interrelazioni con la realta’ ordinaria e con il mondo sovrasensibile. In forza di questa visione, l’essere umano diviene un’unita’ multidimensionale di corpo, mente e spirito unificata dal centro luminoso della coscienza.

Tutte le vie, le discipline e le arti marziali dell’estremo Oriente hanno alla radice la consapevolezza di un legame profondo tra spirito e materia, tra dimensione interiore ed espressione corporea. Quindi lo studio e la pratica di queste discipline comporta un lavoro a vari livelli: fisico, energetico e psicospirituale.

La concezione unitaria dell’esistenza

Tutte le civilta’ e le tradizioni sono sempre state accomunate da una visione sacra e unitaria dell’esistenza. Alcune, come quelle orientali, hanno in parte mantenuto le loro caratteristiche, mentre altre, come le occidentali, hanno dimenticato le loro radici che come un fiume carsico si sono inabissate nella terra.

La scissione mente-corpo

Un’ importante conseguenza per l’ occidente e’ stata la scissione tra mente e corpo, causata da un ipersviluppo della logica razionale e quindi una separazione tra i due modi fondamentali del sapere: quello intellettuale e astratto da una parte, dall’altra quello “olistico”, unitario, di corpo e mente insieme, diretto e immediato, che e’ partecipazione intensa con tutto il proprio essere.

La pratica come risanamento della scissione

L’interesse sempre crescente in occidente per le discipline orientali ci indica che si sta prendendo coscienza di questa spaccatura e si cerca di porvi rimedio attraverso la pratica di queste discipline esperienziali e meditative. Infatti e’ l’armonia tra queste due vie di conoscenza che determina l’armonia nella nostra vita.

Cosa ne pensate?!

Scrivetemi!

email: marcellotaichi@supereva.it

marcello

Peeplo Search

Vuoi inserire la Search di Peeplo sul tuo sito ?

Provala subito!

Link correlati