Questo sito contribuisce alla audience di

LE DODICI RUNE DELL'ANNO

Il sistema runico ora in uso risale al II o III secolo a.C. quando i popoli germanici vennero in contatto con il sistema alfabetico etrusco attraverso antiche rotte commerciali nel Mediterraneo. Sebbene ciascun simbolo rappresenti una lettera dell'alfabeto, l'aspetto divinatorio è sempre stato predominante.

Nell’Edda, i carmi che raccontano le imprese dei Vichinghi e dei loro dei, ci sono molti riferimenti alla magia delle rune e del suo uso da parte di dei ed eroi. Runa significa “segreto”.
Le rune erano simboli alfabetici (i celti usavano simboli alfabetici pure loro chiamati ogham) usati dai popolo germanici, cioè le razze inglesi, germaniche e scandinave che condividevano una eredità ed un linguaggio comune (le rune arrivarono ai celti attraverso l’emigrazione dei popoli scandinavi in Scozia e in Irlanda).
Questi segni, su pietra, metallo e legno erano usati su iscrizioni, monumenti e per scopi divinatori.
Oltre ad avere un valore alfabetico ogni runa simboleggiava un’idea ed era intrinsecamente magica.
Si credeva che, pronunciando il nome di una runa o incidendola su una spada, si evocasse il potere della divinità o dello spirito della natura che dominava la runa.
Il sistema runico ora in uso risale al II o III secolo a.C. quando i popoli germanici vennero in contatto con il sistema alfabetico etrusco attraverso antiche rotte commerciali nel Mediterraneo.
Sebbene ciascun simbolo rappresenti una lettera dell’alfabeto, l’aspetto divinatorio è sempre stato predominante.
IS – La runa della neve
La runa per GENNAIO è IS, la runa della neve, del ghiaccio. Il poema runico anglosassone parla del freddo e della bellezza del ghiaccio, dicendo “splende come il cristallo, simile ad una gemma”. L’antico poema norvegese vede il ghiaccio come un ponte tra le dimensioni, che deve essere superato con cautela da coloro che forse sono accecati dal timore di andare avanti.
Nel mondo delle rune, l’inverno ha una forza reale, di cui si deve tener conto, che porta il genere umano a faccia a faccia con il potere degli elementi e le limitazioni del movimento e dei viaggi. I lunghi mesi invernali erano occupati per la sopravvivenza e la riflessione ed erano un periodo essenziale non di progresso ma di rigenerazione.
In Gennaio, o in qualsiasi momento in cui avete paura di andare avanti, la vostra runa IS vi aiuterà a prepararvi saggiamente per il cambiamento e a usare il periodo di attesa per diventare più forti.
Se il vostro compleanno cade in gennaio, avete risorse interiori di pazienza e saggezza e, quando il momento è giusto, successo e felicità arriveranno.

UR – La runa del corno
La runa per FEBBRAIO è UR, la runa della forza istintuale primigenia. Ur rappresentava il possente uro, un enorme animale selvatico con le corna che vagava per le pianure dell’Europa settentrionale fino al 1627. Le corna dell’uro erano poste sugli elmi dei guerrieri nordici, spesso con incisa la runa UR, come simbolo di forza sfrenata.
Ur parla di forza e di coraggio per superare gli ostacoli che si frappongono al successo. Nel poema runico anglosassone, l’uro è “intrepido e ha forti corna, bestia fiera che combatte con le proprie corna.” Il poema norvegese parla delle difficoltà e degli ostacoli da superare.
Se è febbraio o avete bisogno di mera potenza e determinazione per superare ostacoli apparentemente insuperabili, Ur vi darà coraggio di mente e di cuore e resistenza fisica.
Se siete nati in febbraio, la vostra strada può essere piena di ostacoli ma avete la volontà e l’energia per il successo.

BEORC – La runa della madre
BEORC, la betulla, è la runa del mese di MARZO, la runa della rinascita e della rigenerazione associata alla Madre Terra ed è una runa adatta alla stagione della primavera, quando nasce la nuova vita. La betulla, il primo albero a ricolonizzare la terra al ritirarsi della calotta di ghiaccio alla fine dell’ultima glaciazione, secondo il poema runico anglosassone “produce polline senza seme.”
Se è marzo o se avete bisogno di cominciare daccapo, specialmente in questioni di famiglia o di amore, il potere di Beorc promette fecondità, nuove speranze di uno spontaneo ritorno dell’entusiasmo e del feeling.
Le persone nate in marzo, con Beorc come loro runa, sono naturalmente creative e affettuose e troveranno che, anche se il presente è infelice, l’immediato futuro promette una nuova speranza.

RAD – La runa della ruota
La runa di APRILE è RAD, la runa del mutamento. Essa comporta sforzo ma offre grandi ricompense. Rad è la runa della ruota solare dell’anno, e anche la ruota del carro di Freyr/Ing, il dio della fertilità che passava sopra i campi che si stavano ridestando.
Il poema runico anglosassone ammonisce che “la cavalcata è dolce per i guerrieri nella casa – è assai ardua per chi, sulla groppa di d’un robusto destriero, percorre grandi cammini”. Rad sottolinea che è necessario andare fuori nel mondo e rendere la vita quello che si desidera che sia mediante i propri sforzi, invece che sognare e attendere che arrivi il mutamento.
Se è aprile o se avete bisogno di cambiare direzione, Rad promette che, anche se il viaggio che vi attende è difficile, sarà eccitante.
Se siete nati in aprile avete una naturale sete per l’esplorazione e il successo e potete, se siete pronti ad agire, realizzare i vostri sogni.

PEORD – La runa dell’allegria
La runa di MAGGIO è PEORD, la runa della vostra peculiare identità. Peord è la runa della fortuna che solo voi potete fare, perché è il vostro destino personale. Data la sua forte associazione con il destino Peord è la runa del bicchiere per tirare le sorti, con cui gli antichi guerrieri tentavano la fortuna. Il poema runico anglosassone parla di “riso e gioco” perché il gioco d’azzardo e il lancio delle rune erano considerate la medesima cosa e un procedimento gioioso. Questo tirare a sorte determinava il valore di un’impresa, e la stessa battaglia era vista come un’estensione del tirare a sorte in cui gli dei garantivano la vittoria alla parte più valorosa e meritevole.
Se è maggio o se sentite che la vostra identità o i vostri principi sono minacciati, la runa Peord può rafforzare la vostra determinazione e le vostre peculiari capacità.
Se siete nati in maggio, avete elevati principi e una forte personalità e non dovete aver timore di emergere dalla folla.

SIGEL – La runa del sole
La runa di GIUGNO è SIGEL, che è la runa del sole, la cui posizione muta nel corso dell’anno. Il sole raggiunge la sua massima altezza al solstizio d’estate, intorno al 21 giugno. Secondo il poema runico anglosassone, il sole “fa la gioia dei naviganti”, che, con il bel tempo, potevano attraversare l’oceano. Poiché, nell’emisfero boreale, il sole raggiunge la sua piena potenza durante questo mese prima di cominciare il suo lento declino verso l’inverno, Sigel rappresenta lo sfruttare al massimo il momento senza pretendere la permanenza e fare un supremo sforzo per raggiungere una meta, sia personale o il successo in termini terreni.
Se è giugno o se avete bisogno di fare un grande balzo o sforzo per avere successo, la runa Sigel può darvi energia e potenzialità illimitate.
Se siete nati in giugno, avete creatività ed energia illimitate e avete successo. Non dovete preoccuparvi del domani, ma vivere ogni giorno come viene.

DAEG – La runa del giorno
La runa di LUGLIO è DAEG, la runa del giorno o del risveglio. Nòtt, la dea della notte, che guidava il suo oscuro carro attraverso il cielo, era la madre di un figlio radioso, Dagr il cui nome significa “giorno”. Non appena gli dei videro la radiosità di Dagr, gli costruirono un carro, tirato da un cavallo bianco, Skinfaxi (criniera di splendore). Dalla sua criniera si irradiavano in tutte le direzioni splendenti raggi di luce. Dagr divenne un simbolo di illuminazione spirituale oltre che fisica.
Se è luglio o se avete bisogno di una lice alla fine di un particolare tunnel buio. Daeg può promettere che, purchè ci sia fede e ottimismo, l’illuminazione non è molto lontana.
Se siete nati in luglio siete naturalmente ottimisti e portatori di gioia. Non lasciate che coloro che cercano di gettare ombra sulla vostra vita vi distolgano dalla vostra naturale convinzione che la vita è intrinsecamente bella.

GER – La runa del raccolto
La runa di AGOSTO è GER. Questa è la runa del raccolto. Il poema runico anglosassone dice che “il re del cielo permette alla terra di portare dei frutti per i ricchi e per i poveri”, un riferimento a Freyr, dio del raccolto, e ricorda che l’uomo dipende dalla benevolenza della terra e della stagione per avere successo. E’ inerente anche l’idea che “ognuno raccoglie ciò che ha seminato”, che ci rammenta che gli sforzi del passato influiscono sui risultati presenti e futuri, una filosofia rispecchiata nel concetto nordico di fato come un’intricata rete di passato e presente.
Se è agosto o siete in ansia per il successo di relazioni o progetti a lungo termine, Ger vi ricorda che lo sforzo che fate ora sarà ricompensato nel futuro.
Se siete nati in agosto, siete un programmatore e un lavoratore nato e potete essere fiduciosi che i vostri sforzi saranno ricompensati.

FEOH – La runa del bosco
La runa di SETTEMBRE è FEOH. Nella tradizione vichinga, feoh significava “bestiame”, ricchezza mobile sotto forma di mandrie vaganti. Mentre il poema runico anglosassone parla delle gioie dei beni materiali finchè sono usati saggiamente e dati liberalmente agli altri, gli antichi carmi norvegesi e islandesi ammoniscono che il denaro può provocare discordia tra parenti. Il significato di feoh comprende perciò il prezzo che si deve pagare, sia per il successo, il cambiamento o per conservare la vita così com’è.
Se è settembre o se state considerando il costo di fare un cambiamento o un impegno nella nostra vita, Feoh può aiutarvi a valutare il prezzo reale, compresi i costi nascosti.
Se siete nati in settembre, siete radicati nel mondo reale, pratico, ma usate il cuore e la testa, in modo che qualsiasi successo vi arricchisca personalmente oltre che materialmente.

EH – La runa della caccia
La runa di OTTOBRE è EH. Eh è la runa del cavallo, specialmente del cavallo che portava il suo cavaliere in battaglia. Essa parla dell’armonia tra uomo e cavalcatura. Poiché il cavallo era tanto essenziale per i vichinghi quando scendevano in battaglia o nelle loro avventure, la perfetta armonia era incarnata in questo rapporto tra il cavaliere e il suo cavallo. Se un guerriero veniva ucciso in battaglia, spesso il suo cavallo veniva sepolto con lui e, quando un cavallo molto amato moriva, anche esso veniva data un’elaborata sepoltura. Odino aveva un cavallo grigio con otto zampe, Sleipnir, sul quale cavalcava in battaglia. Odino aveva inciso delle rune sui denti di Sleipnir per renderlo invulnerabile. Il poema runico anglosassone parla del cavallo come un conforto “per chi non sa star fermo”.
In ottobre o quando avete bisogno di armonia ed equilibrio nella vostra vita. Eh può aiutarvi a conciliare le esigenze di aspetti diversi della vostra vita o di persone contrapposte che reclamano la vostra fedeltà.
Se siete nati in ottobre, siete naturalmente equanimi e vedete entrambi i lati di qualsiasi questione. La vostra armonia interiore vi proteggerà dai conflitti con le altre persone.

ETHEL – La runa della terra
La runa di NOVEMBRE è ETHEL. Ethel significa “proprietà ancestrale” ed è la runa dell’organizzazione pratica della nostra vita. Poiché si riferisce alla terra trasmessa in eredità di generazione in generazione piuttosto che presa in affitto da un signore feudale, Ethel rappresenta i valori del clan e della famiglia. Sebbene i popoli nordici fossero erranti, la proprietà terriera era ancora importante per essi come simbolo di tutto ciò che aveva valore nella sfera domestica e sociale. Nel poema runico anglosassone, si dice che Ethel è “prezioso per ognuno” ma questo piacere domestico è collegato a un buon raccolto, cioè al comfort materiale. Ciò ricorda anche che, se si vuole godere dei frutti di un modo di vivere sicuro, bisogna compiere degli sforzi sul piano pratico.
Se è novembre o se sentite che il vento invernale della vita vi spinge a cercare la casa e il focolare domestico, la runa Ethel vi ricorda del valore delle relazioni stabili e delle esperienze condivise, per quanto terrene possano essere.
Se siete nati in novembre, siete una casalinga e un’amante della casa nel senso più creativo e avete il dono peculiare di mettere a loro agio gli altri ovunque voi siate.

HAEGL – La runa del seme
La runa di DICEMBRE è HAEGL. Haegl (in norreno hagall) è la runa della grandine e del seme o uovo cosmico. L’idea del seme cosmico si trova nell’antico carme norreno che parla di hagall come un “freddo grano” e il poema anglosassone aggiunge l’idea che Haegl contiene vita congelata, in quanto “è proiettato dalla volta celeste, lanciato dalle raffiche di vento; poi si fonde in acqua”. Haegl ha in sé l’idea di potenziale creativo che attende di essere realizzato, con la rinascita del sole al solstizio d’inverno intorno al 21 dicembre.
Se è dicembre o se siete temporaneamente ritirati dalla vita esausti o sconfitto, la runa di Haegl vi ricorda che talvolta possiamo soltanto confidare che i giorni bui finiranno e il nostro sole personale splenderà ancora. Ciò non sarà immediato, perché in gennaio verrà IS, il ghiaccio, ma Haegl contiene la promessa di una vera felicità dopo l’inverno.
Se siete nati in dicembre siete una creatura di sogni e visioni e a volte il mondo interiore sembra più ricco di quello esterno. Abbiate fiducia nel vostro intuito e, quando siete pronti, mettetelo in pratica nel mondo.

Lis

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati