Questo sito contribuisce alla audience di

I nuovi guerrieri

I nuovi guerrieri

Di certo avrete notato come i tatuaggi siano molto in voga negli ambienti dello sport, soprattutto in quelli da combattimento. Pugili, Kickboxers, Wrestlers e lottatori di arti marziali..su parecchi di questi “nuovi guerrieri” vediamo dei tatuaggi che, per certi versi, associamo ad un messaggio di aggressività.

Che i tatuaggi infondano anche una loro naturale forza é innegabile, i “vecchi” guerrieri potrebbero dire la loro a riguardo, e per un atleta che si deve confrontare con un suo avversario la cosa non é diversa, e i fighters si comportano allo stesso modo. Il tatuaggio diventa talismano e armatura, proprio come lo é stato per i primitivi, che si marchiavano per scongiurare la sfortuna e i pericoli connessi alla loro attività. Fondamentale é anche il rapporto con il proprio corpo: sensazioni come dolore, fatica, forza, dove i muscoli e i vari organi forniscono segnali di fallimento o successo di un’iniziativa.

Da qui nasce l’attenzione per il proprio corpo e la sua cura; il rapporto combattenti-tatuaggio sembra sia una cosa istintiva quindi, esattamente come lo era per i guerrieri delle tribù antiche..la differenza sta che chi li indossa ora per combattere prima o poi dovrà dimostrarsi all’altezza dei suoi ornamenti. Perciò, se proprio volete fare a botte fatelo su di un ring, non in uno stadio..e se avete tatuata qualche bestia feroce.. andateci piano!!