Questo sito contribuisce alla audience di

Parlare é bello..

Parlare é bello..

Che distanza c’é tra la terra e la luna? Bella domanda, soprattutto..cosa c’entra coi tatuaggi? Assolutamente nulla..chiaro (é una domanda che mi ponevo spesso da bimbo) eppure anche quella distanza che sembrava immensa é crollata..diventando grande però mi sono accorto che però esistono distanze molto più incolmabili per certi versi..quelle tra le persone.

Parlando di tatuaggi ora mi chiedo: può crollare la distanza tra tatuatore e cliente?

Quando si entra in un Tattoo studio la prima cosa che sovente si fa é dare un’occhiata all’operato dell’artista, un occhio di riguardo anche per il mantenimento delle norme igieniche, una rapida sbirciata ai vari disegni proposti, e fino a qui tutto normale..e il rapporto personale con il tatuatore?

Questo é un punto fondamentale, dato che chi ci terrà sotto gli aghi sarà colui che in qualche modo cercherà di appagare un nostro desiderio..allora perché non parlargli? Siamo da lui proprio perché condividiamo una stessa passione: dialogando, conoscendo e scambiandoci opinioni alimentiamo un flusso idee che diventa sempre più grande; questo é fondamentale non solo per l’arte in se stessa, ma anche per un buon rapporto tra tatuatore e cliente..per annullare quella distanza appunto.

Entrare in un Tattoo studio significa essere parte integrante dello stesso, e ispirare coi propri tatuaggi, quelli che si indossano sulla propria pelle,o volere fare il primo se si pensa che il “gran giorno” sia arrivato, vuol dire stimolare l’immaginazione e la fantasia creativa di tutti gli altri, perché tutti abbiamo la possibilità di infondere nella fantasia degli altri il nostro spirito..é così che si abbattono “certe distanze”..in fondo siamo tutti artisti. Sarà come esplorare mille pianeti in luogo solo, dato che le diverse influenze etniche,sociali e stilistiche sono tante, ma tutte passano attraverso questa nostra passione per l’arte del tatuaggio.