Questo sito contribuisce alla audience di

Accademia degli Artefatti al Teatro Fondamenta Nuove con "My Arm" il 29 e 30 aprile

E' ancora Tim Crouch a dare parola al gruppo diretto da Fabrizio Arcuri. Mercoledì 29 dopo la performance Andrea Porcheddu condurrà un incontro tra artisti e pubblico

My Arm locandina All’interno della ressagna Movimenti, gesti di teatro necessario, a fine aprile Accademia degli Artefatti presenterà al pubblico veneziano (abituato, anche grazie a Fondamenta Nuove, a un teatro di ricerca sempre di qualità: Mutaimago e Babilona teatri solo per citarne un paio ) My Arm di Tim Crouch.
Il lavoro su My Arm rientra nel progetto Ab-uso (l’altro lavoro del progetto è An oak tree) con il quale da anni il gruppo artistico analizza e indaga i meccanismi della comunicazione, Tim Crouch è l’artista da cui attingere in questo studio dopo le sperimentazioni su i testi di Crimp, Kane, Pirandello e Handke, i quali come afferma il regista Fabrizio Arcuri, sono:

Drammaturgie contemporanee che obbligano un ripensamento dell’attore in scena e un’invenzione di rapporto con lo spettatore che sia quasi di complicità o, come direbbe Pasolini nel suo manifesto, non sono gli attori e il regista a dover scandalizzare il pubblico, ma tutti assieme, artisti e pubblico, a dare scandalo fuori dal teatro.
Due atti di potere esercitati attraverso il linguaggio, due abusi (My Arm e An oak tree, ndr.): abusi nei confronti di sé stessi, degli attori, e degli spettatori - perché quello che succede, nella realtà come sulla scena, è tutto vero ma impreciso, è tutto falso ma reale, un’ipnosi

Ancora Arcuri sui contenuti di My Arm:

My Arm è il monologo di un trentenne che ha sfidato se stesso e le proprie possibilità, la propria noia e quella universale: dopo aver dimostrato di riuscire a stare per quattro mesi senza andar di corpo e per un periodo più o meno ugualmente lungo senza parlare, un giorno porta un braccio sopra la testa e prova a verificare per quanto tempo riuscirà a tenercelo…e ora vive e muore del suo braccio reso inattivo, arto ucciso, ma insieme unico superstite del resto del corpo. “L’uomo del braccio” racconta la sua storia prendendo a prestito dagli spettatori foto, chiavi, accendini che raffigurano luoghi o personaggi cui però non rimandano affatto, e che diventano scenario e protagonisti di un suo spettacolo personale (ripreso in live da una telecamera e videoproiettato) […]

My Arm - progetto ab-uso
di Tim Crouch
traduzione Luca Scarlini
regia Fabrizio Arcuri
con Matteo Angius, Emiliano Duncan Barbieri
assistente alla regia Luigi Coluccio
video Lorenzo Letizia
cura degli ambienti Diego Labonia
organizzazione Miguel Acebes
produzione accademia degli artefatti 07
in collaborazione con Le Chant du Jour, British Council, Trend - Nuove frontiere della scena britannica, Santarcangelo - International Festival of the Arts, Festival Teatri delle Mura di Padova, Armunia - Castiglioncello, Officina culturale AREA06 - Regione Lazio, IED Moda lab - Roma

in scena il 29 e 30 aprile 2009
Teatro Fondamenta Nuove
Venezia

cliccando sulle immagini si accede alla fotogallery

My Arm, Accademia degli Artefatti: le immagini dello spettacolo My Arm, Accademia degli Artefatti: le immagini dello spettacolo My Arm, Accademia degli Artefatti: le immagini dello spettacolo My Arm, Accademia degli Artefatti: le immagini dello spettacolo

Le categorie della guida