Questo sito contribuisce alla audience di

Napoli Teatro Festival: “Waiting for Orestes: Electra” di Tadeshi Suzuki

Dal 19 giugno il mito di Elettra messo in scena dal regista giapponese

Waiting for Orestes Elettra - Tadeshi Suzuki Ancora Napoli Teatro Festival. Non ne potete più? Dovrete farci l’abitudine perchè ormai è assodato che la rassegna partenopea sia una tra le più importanti e interessanti d’Europa. In attesa che l’estate si infuochi definitivamente con altri festival meno imponenti ma con una storia nettamente più lunga alle spalle, come Santarcangelo, Volterra e Drodesera, andiamo a presentare un altro spettacolo staniero.

Si tratta del lavoro che Tadeshi Suzuki porterà in scena dal 19 giugno Teatro Mercadante: “Waiting for Orestes: Electra”, il regista parla così del suo spettacolo sul mito greco:

Tutto il mondo è un ospedale e tutti gli uomini e le donne sono pazienti – questa è la convinzione che ha sempre caratterizzato le mie creazioni teatrali. Electra non fa eccezione. Privata di tutti i rapporti familiari, la protagonista del mio spettacolo vive in solitudine, completamente muta, in un ospedale. Tutto quello che vuole è la vendetta nei confronti di chi l’ha ridotta in questo stato, ossia la madre che l’ha abbandonata. Quest’aspirazione è diventata una fantasia oscura, sempre più morbosa per via dell’impossibilità di realizzare la sua vendetta. Qual è il legame, ci si potrebbe chiedere, fra questo progetto e le sofferenze di Elettra descritte dai tragediografi dell’Antica Grecia? Credo che le agonie dello svuotamento spirituale a cui è sottoposto ogni paziente di un ospedale – condizione in cui è inevitabilmente intrappolato – siano identiche, indipendentemente dal luogo e dal tempo. Il mio lavoro registico è stato caratterizzato dall’urgenza che sentivo di enfatizzare il fatto che nessuna creatura umana, in qualsiasi tempo e spazio, è immune dal rischio di avere una vita altrettanto folle e atroce. Se tutti gli uomini e tutte le donne sono pazienti di un ospedale, è logico pensare che ci siano medici e infermieri, come anche speranze di guarigione. Dal mio punto di vista, comunque, non è così. È possibile che gli infermieri siano altrettanto malati dei pazienti. E chei dottori, che dovrebbero provvedere alle cure, non esistano.[…]

Waiting for Orestes: Electra
da Euripide, Hugo von Hofmannsthal
regia Tadashi Suzuki
produzione SCOT Suzuki Company of Toga
con il sostegno di Agency for Cultural Affairs - Government of Japan
Prima europea
Lingua giapponese, coreana, (con sopratitoli in italiano)

in scena
19, 20, 21 giugno (ore 20.00)
durata 75′
Teatro Mercadante Teatro Stabile di Napoli - Napoli Teatro Festival

Leggi le presentazioni di altri spettacoli del Napoli Teatro Festival 2009

Leggi anche l’articolo sul Napoli Teatro Festival 2009

Cliccando sulle immagini si accede alla fotogallery

Le immagini di Le immagini di Le immagini di Le immagini di

Le categorie della guida