Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

  • L’evoluzione del mostro

    Anche i mostri cambiano, si evolvono, seguono le vicissitudini storiche e sociali di un mondo che li ha sempre rifiutati e temuti.

  • Sospensione di incredulità

    In genere il lettore è disposto ad accettare una spiegazione fantastica, purchè plausibile, per un tacito accordo che si instaura tra chi scrive e chi legge e che viene definito “sospensione dell’incredulità”.

  • Aumentare la tensione

    La presenza di inconvenienti che rallentano è molto importante, perché fa aumentare la tensione in chi legge, la voglia di arrivare al punto focale della storia.

  • Scegliere il protagonista

    Per prima cosa dovete decidere se il protagonista della storia siete voi o un altro.

  • Il "fenomeno" Stephen King"

    Con oltre cento milioni di copie dei suoi libri vendute in tutto il mondo, Stephen King (Portland, 1947( è il più rappresentativo fra gli scrittori di horror, e inoltre incarna alla perfezione quel fenomeno dei nostri tempi che è il best seller di qualità.

  • Il piacere della paura

    Perchè piace l'orrore? Perchè la paura è così intimamente connessa all'immaginario?Vediamone le caratteristiche dominanti, servendoci dell'aiuto di Freud, dai cui scritti si può dedurre che la paura può essere di tre tipi:

  • Una paura controllata

    Voltata la pagina, chiuso il libro, tutto è finito, il lettore è ancora libero e integro, forse sconvolto, ma piacevolmente sconvolto, consapevolmente sottratto a ogni conseguenza diretta o indiretta degli avvenimenti di cui è stato testimone.

  • Alle origini dell’horror

    La narrativa d’orrore affonda le sue radici molto lontano. Il XVIII secolo è considerato come il punto di partenza della moderna narrativa di genere. Sono già presenti in forma embrionale tutti i generi dell’odierna letteratura di consumo.