Questo sito contribuisce alla audience di

Dall’innocenza all’esperienza

Quante volte avete sentito una persona anziana lamentarsi che i giovani sprecano la loro gioventù?

Ripensate per un attimo alla vostra infanzia: ricorderete sicuramente la goffaggine, la confusione di quegli anni, ma soprattutto i momenti magici delle “prime” scoperte. Gli scrittori amano ripercorrere quella strada, soffermandosi qua e là su alcuni particolari, non solo sugli eventi, ma sugli effetti che determinati eventi hanno sulla gente. Questo genere di storie solitamente vengono definite di “formazione” o della “perdita dell’innocenza”.

Il tema è un elemento che si sviluppa nel corso della stesura. Può darsi che crediate di sapere quale sia il vero argomento della vostra storia, ma l’esperienza di chi scrive normalmente trasforma qualsiasi nozione preconcetta. L’opera di Pablo Picasso (1881-1973) puntava al processo di scoperta e il pittore stesso affermava che la cosa più importante è ciò che l’autore realizza nell’atto stesso di creare, non quello che aveva in mente di realizzare. Ed è raro che le due cose coincidano.

Mentre scrivete, gli orizzonti della vostra creazione si apriranno e avrete modo di scoprire nuove cose, elaborando nuove idee, trovare nuove direzioni. Il cammino non è mai facile e a ogni svolta sarete costretti a prendere decisioni sulla strada da seguire, senza sapere con certezza dove condurrà. Se deciderete di affidarvi a un determinato modello tematico, avrete a vostra disposizione una specie di mappa sulla quale individuare la strada da seguire. Dovrete prendere delle decisioni alla cieca ma, come Dante nell’Inferno, anche voi avrete un’eccellente guida in quello che appare un labirinto senza fine.

Rosa Citera