Questo sito contribuisce alla audience di

Scavare nell'animo dei protagonisti

Quando si vuole esprimere un'idea o un'opinione in forma narrativa, occorre anzitutto avere lo scrupolo di analizzare a fondo i personaggi per ricavarne tutta la verità.

E’ sconsigliabile rappresentare i “cattivi” come pura incarnazione del male, se nel caso specifico si vuole davvero sensibilizzare il lettore sul problema dell’inquinamento. Occorre piuttosto concentrarsi su uno dei responsabili, cercando di spiegare perchè non sia consapevole dei danni che provoca. Quando sorgono le prime proteste, difende la sua azienda non perchè sia un individuo malvagio, ma semplicemente perchè è convinto che i suoi oppositori abbiano torto.
Tuttavia il proprietario dell’azienda può avere un legame, per esempio con un vicino di casa o con una ragazza assunta per fare un favore ai genitori ( che però adesso deve essere licenziata, perchè ha divulgato alcuni dati sulle ricerche di laboratorio). Dopo averne discusso con lei, si convince a poco a poco che la sua azienda è effettivamente un pericolo per l’umanità e che, per scongiurarlo, dovrà agire in prima persona.
Vi sembra di avere già sentito questa storia? Probabilmente sì, visto che è la trama de La sindrome cinese di James Bridge, un film che descrive le possibili conseguenza causate dall’inosservanza delle norme di sicurezza all’interno di una centrale nucleare. Le situazioni sono diverse, ma l’idea di base è la stessa.