Questo sito contribuisce alla audience di

ARMY WIVES

In prima visione assoluta in Italia Il ritratto delle “spose di guerra” del terzo millennio dal 1° novembre 2007, ogni giovedì alle 21.00 e alle 21.55 su FoxLife

Dopo le Casalinghe di Wisteria Lane e le storie della famiglia Walker di Brothers & Sisters arriva dagli Usa – questa volta dal canale Lifetime - un inedito e toccante ritratto delle mogli americane: ARMY WIVES, la nuova serie in prima visione assoluta in Italia in onda su FoxLife (canale 111 di SKY) a partire dal 1° novembre, ogni giovedì con doppio appuntamento alle 21:00 e alle 21:55.

Ambientata in una base militare del South Carolina dove si trovano le unità dell’US Army e la Delta Force, Army Wives racconta la vita quotidiana di un gruppo di donne – e di un uomo – che convivono con i propri coniugi all’interno della base.

Roxy (Sally Pressman) ha due figli da due uomini diversi e ha sposato un soldato quattro giorni dopo averlo conosciuto, Pamela (Brigid Brannagh, Over There, Angel) è una ex poliziotta che affitta l’utero per motivi economici; Denise (Catherine Bell, Jag) ha un figlio adolescente difficile e violento; Claudia (Kim Delaney, NYPD Blue e C.S.I. Miami) è la determinata moglie del vicecomandante della base; e poi c’è Roland, (Sterling K. Brown, Senza Traccia) lo psichiatra sposato con Joan (Wendy Davis, Hign Incident), tenente colonnello appena rientrata da una missione in Afghanistan, ormai più abituata a sdraiarsi accanto ad un fucile che al proprio compagno.

Le quattro “army wives”, e l’unico sposo di guerra, condividono gioie, sofferenze e traumi, tra partenze e rientri dei coniugi.

Il tema della guerra al terrorismo e dell’impegno militare degli USA in alcune zone calde è al centro della serie, che catapulta gli spettatori nella vita di quelli che restano, pregano, sperano e aspettano. Le storie delle missioni si intrecciano infatti con le vicende intime e personali di chi vive nella base, con le giornate fatte anche di pettegolezzi, invidie, malignità, gerarchie; giornate scandite dal rigido codice non scritto delle ‘army wives’, sposate con chi ha un’unica moglie: l’esercito.

Prodotta da Mark Gordon, lo stesso di Grey’s Anatomy, Criminal Minds e Alias, e tratta da un bestseller di Tanya Biank, “Under the Sabers: The Unwritten Code of Army Wives,” Army Wives annovera nel suo cast oltre a Catherine Bell, il tenente colonnello Sarah MacKenzie protagonista di Jag, anche Kim Delaney, vincitrice di un Emmy Award per la sua interpretazione in NYPD Blue.

Dopo il successo della prima stagione, che ha segnato i migliori ascolti in 23 anni di storia del canale Lifetime, per la serie è arrivata la conferma della seconda stagione, che verrà trasmessa negli Stati Uniti la prossima primavera.

Ultimi interventi

Vedi tutti