Questo sito contribuisce alla audience di

Munnethep

Intervista ad Andrea Spadano

Ciao
Andrea eccoci qui di nuovo a parlare di Munnetherp. Spero che adesso,
dopo l’uscita del trailer di “L’Esperimento Fallito” potrai
rivelarci qualche dettaglio in più sulla storia.

Tanto per cominciare che ne dici di chiarirci un po’ le idee
su questa entità: Munnethep è un alieno?

Munnethep non è un alieno ma “il raziocinio personificato”, e dato
che non mi risulta che esista un telefilm di fantascienza dove il
protagonista sia il raziocinio, posso affermare tranquillamente
che non si è mai visto niente del genere.

Dunque Munnethep è il raziocinio personificato,
ma che ruolo gioca nella storia?

In “L’Esperimento Fallito”, la storia narra una contrapposizione
tra “l’elemento Munnethep” ed un uomo che ha perso la memoria a
causa di un esperimento di cui è stato cavia. L’uomo si chiama
Claudio “ed è interpretato da me”, protetto da un’entità che si
fa chiamare Lhur. Claudio ha nella sua mente i ricordi di Dario;
un ragazzo disabile dalla nascita. La “forza”di questa chiave narrativa
sta nel fatto che dal titolo si potrebbe ipoteticamente dedurre
già l’esito della storia, ma in realtà, ciò che si vede nella puntata
potrebbe non essere ciò che si pensa.

Dal trailer ma anche dalle tue parole mi sembra di capire dunque
che nel tuo lavoro la fantascienza sia solo strumentale all’introduzione
di tematiche più complesse e introspettive.

Ciò che mi interessava era sviluppare un metodo espressivo con cui
poter utilizzare il genere fantascientifico, per poter approfondire
la realtà e le sue variegate tematiche esistenziali, desideroso
come sono di portare alla luce trame con un maggiore spessore di
quelle convenzionali. La stessa contrapposizione tra Munnethep e
Lhur, non rientra negli schemi narrativi fino ad ora espressi nel
genere fantascientifico.

Ma parliamo un po’ del progetto dal punto di vista pratico. Che
mezzi occorrono per realizzare un telefilm come il tuo senza l’aiuto
di alcuna casa di produzione?

Dunque, da un punto di vista tecnico realizzativo, ho avuto l’opportunità
di utilizzare due PC dotati di software Adobe quali; Photoshop,
Premiere, After Effects. Inoltre ho utilizzato un Pc dotato di software
per il campionamento e la composizione rapida delle sequenze audio.
Premetto che io non sò suonare, sapevo solo quali suoni volevo e
quali no.

Spero che li possiate apprezzare perchè ho improvvisato. In pratica
ho girato il tutto usando una videocamera VHS Compact, poi ho aggiunto
filmati fatti da altri. Ho personalizzato le immagini inventandomi
tutta una serie di filtri e avendo usato metodi di ripresa che dessero
la sensazione di essere proiettati in un viaggio onirico. Ho dato
particolare risalto anche alla sonorizzazione, non solo per quanto
riguarda i suoni, ma anche il parlato e manipolato con effetti particolari
come echi persistenti, variazioni tonali estreme, riverberi ecc.
Le attrezzature usate, sono in parte noleggiate ed in parte prese
a prestito da conoscenti per cui ho effetuato qualche lavoretto
di fotocomposizione e montaggio non lineare.

E per quanto riguarda gli attori?

Per quanto riguarda i personaggi presenti nella storia, devo dire
che all’interno della puntata pilota, si trovano mia moglie Tecla
(musa ispiratrice della chiave narrativa), mio fratello Davide (il
ragazzo sulla sedia a rotelle), mio padre, mia madre ed anche io.
Da un punto di vista della recitazione la particolarità di Munnethep,
sta nel fatto che, a parte me e Tecla, nessun’altro recita; tutte
le sequenze dove non
siamo io e Tecla sono prese dal vivo e riguardano scene di vita
realmente vissuta. Nonostante ciò, quelle stesse sequenze reali,
narrano una trama totalmente coerente ai fini della chiave narrativa.
Magicamente (si fa per dire) il contesto fantascientifico della
storia viene “paradossalmente” esaltato dalle scene reali.

Ora molti hanno visionato il trailer di “L’Esperimentio
Fallito” ma a che punto sei con la produzione dell’episodio?

La puntata pilota intitolata L’Esperimento Fallito è attualmente
arrivata in fase di postproduzione e prossimamente sarà finita.
C’è un grandissimo interesse da parte degli amanti della fantascienza
incuriositi da questa mia autoproduzione e desiderosi di vederlo
trasmesso in TV. Una volta finito l’episodio, io vorrei proporlo
gratuitamente ad un network interessato, nella speranza che, qualora
piaccia all’eventuale pubblico io possa realizzarne una serie, sempre
autoproducendomela.

Mi auguro che il trailer di due minuti sia sufficientemente esplicativo
e che induca gli amanti del genere a prestare attenzione a questo
mio progetto, segnalandolo magari a network TV che danno grande
peso al genere fantascentifico, come Canal Jimmy.

Per ulteriori dettagli, invito tutti a visionare il sito Munnethep
Absolute Fans’ Page a questo url http://utenti.lycos.it/munnethep
sito redatto spontaneamente dai principali sostenitori del mio progetto

Grazie Andrea e in bocca al lupo per il tuo Munnethep.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti