Questo sito contribuisce alla audience di

Maria Sharapova: from Russia with love

Finalmente Maria Sharapova è tornata a giocare. La sua partecipazione al torneo Wta di Varsavia era attesa con trepidazione, considerato che la russa aveva più volte annunciato il suo rientro, sempre rimandato a causa del protrarsi dell’infortunio. Ora sta cercando la forma ottimale per tornare ad essere tra le top ten.

La lontananza dai campi da tennis di Maria Sharapova è durata ben nove mesi. La russa si era infortunata nel mese di agosto 2008 procurandosi due lesioni al tendine della spalla destra. L’infortunio, più grave del previsto, aveva costretto Maria a sottoporsi ad un intervento chirurgico particolarmente delicato nel successivo mese di ottobre. La riabilitazione si è rivelata lunga e complicata, costringendola a dare forfait a molti tornei.

In realtà la Sharapova aveva già tentato il rientro giocando il doppio nel torneo di Indian Wells, ma dopo aver vinto il primo match era stata costretta ad un nuovo ritiro, per essere poi costretta a saltare tornei importanti di inizio stagione: Miami, Roma e Madrid. Poi, finalmente, dimostrando coraggio e voglia di tornare a vincere, ha preso parte al torneo di Varsavia, dove l’attendeva un pubblico in delirio.

L’affascinante Maria ha dimostrato di avere ancora il suo repertorio di colpi vincenti e sembra che finalmente l’infortunio alla spalla possa dirsi dimenticato. Anche se il suo cammino si è interrotto ai quarti di finale, dove si è dovuta arrendere all’ucraina Alona Bondarenko. Ora l’attende il Roland Garros, dove peraltro non ha mai vinto, ma che sicuramente sarà la prova del nove per l’ex numero uno del mondo.

Intanto, oltre alle cronache sulla sua cartella clinica, negli ultimi mesi si sono aggiunte indiscrezioni sulla sua vita privata, secondo le quali la lontananza dal circuito è dipesa non solo dal famigerato problema di salute, ma soprattutto da questioni di cuore. Alla Sharapova, nel corso del tempo, sono stati attribuiti numerosi flirt, mai confermati: il tennista spagnolo Juan Carlos Ferrero, l’americano ex numero uno del ranking mondiale Andy Roddick, ed il serbo numero tre del mondo, Novak Djokovic. Insomma, sembra proprio che la bella russa abbia un debole per i tennisti di elevato standing. I calciatori italiani dovranno continuare ad accontentarsi delle veline!