Questo sito contribuisce alla audience di

La storia degli Us Open

L’edizione 2009 degli Us Open è alle porte, con un montepremi di 19.600.000 dollari statunitensi. Il torneo è molto diverso se confrontato alla prima edizione del 1881.

La storia degli Us Open risale alla fine del 1800, quando l’evento non era ancora “open”. Il torneo si svolse per la prima volta nella esclusiva location del Newport Casino di Newport, con il nome di “Campionati nazionali statunitensi di singolo” riservato a soli uomini. Potevano accedere al torneo soltanto i membri dell’esclusivo club “United States National Lawn tennis Association”. I campionati di doppio maschile vennero introdotti undici anni dopo, nel 1900. L’ingresso delle donne si ebbe nel 1887 con i “Campionati Nazionali statunitensi femminili di singolo” e si svolsero presso il Philadelphia Cricket Club. Gli incontri di doppio iniziarono due anni dopo, nel 1889.

L’era Open è iniziata nel 1968 e tutti i tornei vennero riuniti nello Us Open e si svolsero nel West Side Tennis Club di Forest Hillis di New York. La prima edizione, con un montepremi di 100.000 dollari, vide la partecipazione di novantasei uomini e sessantatre donne. Dal 1968 al 1974 gli Us Open si svolsero su campi in erba, proprio come il torneo di Wimbledon. Le successive edizioni, dal 1975 al 977, si svolsero su una superficie ibrida, molto simile alla terra battuta ma colorata di verde. A partire dal 1978 gli Us Open si trasferirono definitivamente nella cornice di Flushing Meadow.

Gli Us Open detengono due primati: nel 1968 fu il primo torneo ad introdurre il tie-break, chiamato allora sudden-death e nel 1987 ha introdotto le partite in notturna. Il Torneo si tiene tra agosto e settembre e, in ordine temporale, è il quarto ed ultimo torneo del Grand Slam. Molti cambiamenti sono intervennuti a partire dal 1881 da quando si trattava di un evento esclusivo e rivolto all’alta società. Oggi, gli Us Open rappresentano lo Slam più “mediatico”, con oltre seicento tennisti professionisti che partecipano ed oltre 19 milioni di dollari di montepremi.