Questo sito contribuisce alla audience di

Rafael Nadal e i legamenti … slegati.

La stagione non è iniziata sotto i migliori auspici per Rafael Nadal, costretto al ritiro durante i quarti di finale degli Australian Open. Il Mancino di Manacor, campione in carica, è uscito distrutto dal torneo con un ginocchio dolorante, un titolo non riconquistato e una classifica stravolta.

Rafael Nadal e lo stiramento ai legamenti del ginocchio. Sembra che il problema fisico di Rafa non sia superato. Anzi, quando pare che il bollettino medico volga al meglio, accade l’irreparabile ed il ginocchio torna a farsi sentire. Rafa era arrivato a Melbourne armato delle migliori intenzioni: confermarsi campione dell’Australian Open ed iniziare il 2010 non pensando all’anno appena terminato. Purtroppo la forma fisica non era al cento per cento e quindi Andy Murray si è aggiudicato i quarti di finale in seguito al ritiro del Mancino di Manacor.

E così si è concluso il primo Slam dell’anno del Rafa, ferito nel fisico e nell’animo. Ma sempre ottimista e speranzoso. Tanto da dichiarare di voler tornare in forma al massimo in quattro settimane. Non fa nessun riferimento alla classifica, ma di certo l’obiettivo è tornare quanto meno sul podio, visto che il quarto posto nel ranking mondiale di certo non rende merito e giustizia allo spagnolo.

Il mondo tennistico attende con ansia la ripresa dell’attività agonistica di Rafa perché senza di lui manca qualcosa. Certamente manca la pressione a Roger Federer, che lo scorso anno era dato per finito e addirittura c’era che lo vedeva già ritirato dal circuito. Eppure le cose sono andate diversamente, e potranno ancora cambiare con il rientro a pieno titolo e a tempo pieno di Nadal. La stagione è appena iniziata e lo spagnolo ha tutto il tempo per correre e riprendersi ciò che gli spetta.