Questo sito contribuisce alla audience di

Hit for Haiti: tennis e beneficienza

Anche il mondo del tennis ha cercato di dare un contributo alle vittime del gravissimo terremoto di Haiti. Ad Indian Wells è andata in scena l’esibizione “Hit for Haiti”, con la quale sono stati raccolti oltre un milione di dollari. L’incontro più divertente e con qualche battibecco di troppo è stato il doppio tra Roger Federer e Pete Sampras contro Rafael Nadal e Andre Agassi.

Nel Center Court di Indian Wells i vincitori di sedici titoli del Grand slam si sono sfidati per raccogliere fondi per le vittime del terremoto di Haiti. Steffi Graf e Lindsey Davemport hanno sfidato Martina Navratilova e Justine Henin e l’incontro si è concluso con il punteggio di 8-6 in favore della seconda coppia.

Poi è stata la volta del doppio maschile con Roger Federer e Pete Sampras che hanno sfidato Rafael Nadal e Andre Agassi. Rivalità vecchie e nuove a confronto, con Nadal che quest’anno è costretto a rincorrere Federer e la nota acredine tra gli americani Sampras e Agassi. L’incontro è stato effervescente e non solo dal puto di vista tennistico. I tennisti sono giocato microfonati in modo da rendere l’incontro più vero ed il pubblico si è divertito soprattutto per le frecciatine lanciate più o meno esplicitamente da Agassi agli avversari ed in particolare al rivale di sempre, Pete Sampras.

Innanzitutto Agassi ha apostrofato Federer come il “peggior chiamatore di challange della storia” e poi ha continuato con la sua vittima predestinata, “il taccagno” Sampras. Forse lo stesso Andre si è accorto, che nonostante il pubblico si stesse divertendo moltissimo, le sue battute sono state eccessive ed allora, a fine incontro, non ha perso tempo a porgere le sue scuse a Sampras. In ogni caso, il match è stato un successo di incassi e anche le battute non sempre felici hanno contribuito alla causa.