Questo sito contribuisce alla audience di

Rafael Nadal: Re di Francia

Rafael Nadal, dopo una vacatio di un anno, è tornato a vincere il suo torneo, il Roland Garros, dove ha trionfato per ben cinque volte, di cui quattro consecutive. Lo spagnolo ha battuto in finale lo svedese Robin Soderling che lo scorso anno era stato l’artefice di un’impresa, battere il Mancino di Manacor nei quarti di finale. Ma quest’anno, nonostante alcuni davano lo svedese per favorito, Rafa non ha lasciato adito ad ambiguità ed ha riconquistato il suo scettro di Moschettiere.

L’esilio è durato solo un anno. Al Roland Garros, dal 2005 al 2008 il regno di Re Rafael Nadal è stato incontrastato. Il 2009 è stato l’anno di interregno di Roger Federer, visto che lo spagnolo si era dovuto arrendere nei quarti di finale al promettente e valoroso Robin Soderling. Oltre all’indubbio merito dello svedese, molto era dipeso dal famigerato infortunio occorso a Rafa e che l’aveva costretto a saltare la maggior parte dei tornei nella seconda metà del 2009. Il Mancino di Manacor dall’Olimpo del tennis mondiale si vedeva catapultato negli Inferi. Dal numero uno del ranking è precipitato al terzo posto, in una discesa che molti ritenevano inevitabile ed inarrestabile.

Ma Rafa da combattente impavido quale è, ha dimostrato a tutti di essere un vero campione. Si è sottoposto a tutte le cure prescritte, si è allenato duramente e con umiltà ha ripreso a giocare, anche se all’inizio la forma fisica non era al massimo. Ma poi, tanto lavoro e tanta abnegazione hanno dato i migliori risultati. All’inizio del 2010, complice anche una migliore programmazione dei tornei, Nadal è tornato a dire la sua, vincendo con una progressione impressionante il torneo di Montecarlo, gli Internazionali d’Italia, il torneo Atp di Madrid e, ciliegina sulla torta, il Roland Garros.

Ed è sulla terra rossa di Parigi che Rafa si toglie qualche soddisfazione, innanzitutto prendendosi una rivincita nel confronti di Soderling che l’anno scorso l’aveva mandato a casa ai quarti di finale. Ma è soprattutto con questa vittoria sulla terra rossa francese che torna ad essere il numero uno del ranking mondiale. La finale del Roland Garros 2010 si è chiusa con l’inequivocabile punteggio di 6-4 6-2 6-4, in due ore e diciotto minuti di gioco. Nadal non ha sbagliato nulla mentre Soderling dal canto suo, è entrato in campo con un’eccessiva pressione addosso. Non è riuscito a contrastare il gioco di Rafa, che non solo è stato un fantastico difensivista, ma ha sbalordito anche nel gioco di rete. Chissà, forse si sta già allenando per Wimbledon!